Home Recensioni News Speciali [ Live Reports ] Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Concerto Daniele Silvestri - Max Gazz - Vinicio Capossela - Elio E Le Storie Tese del 01/05/2004



Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
30000 Monkies - Are Forever30000 Monkies
Are Forever
Idles - A Beautiful Thing Idles Live At Le BataclanIdles
A Beautiful Thing Idles Live At Le Bataclan
Om - BBC Radio 1Om
BBC Radio 1
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Hexgrafv - RitualHexgrafv
Ritual
Stew - PeopleStew
People
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid

Seleziona l'anno

2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007 2006 2005 2004 2003 2002 2001 2000

Concerto 1Maggio

Genova

01/05/2004

Pensavo di trovare un sacco di gente venuta apposta per vedere il nuovo palazzetto dello sport di Genova, il Mazda Palace della Fiumara, a quanto pare con la miglior acustica d'Italia. Pensavo anche di trovare la solita retorica da 1 Maggio. Soprattutto credevo di vedere dei mini-concerti stile Roma. Niente di tutto questo. Ok, l'acustica realmente la migliore che possiate trovare. Ma la gente era venuta per i concerti (e ora chi glielo spiega ai promoter che fare eventi live a Genova non rende??) e soprattutto con una convinzione politica: fanno tutti schifo molto pi a destra che a sinistra ma il popolo ugualmente contro tutti. Il pericolo numero uno non Bin Laden, n Saddam, n l'Iraq o l'Afghanistan. Si chiama Berlusconi e ha imposto 20 minuti di differita per la programmazione televisiva (ma fosse "solo" questo...).

Arrivo in tempo per gustarmi Elio e Le Storie Tese. Inizio prog con richiami ai Jetro Tull e alla PFM (che a Roma stava omaggiando De Andr) e una scaletta letteralmente da urlo. Da urlo, ovviamente per quelli che vogliono vedere la band suonare perch, tanto, il Pippero, i Servi della gleba e La terra dei Cachi le abbiamo gi sentite miliardi di volte. Vengono ripescati brani incredibili che sembravano sepolti dal tempo. Merito del fatto che la band sta registrando il concerto e, con spirito imprenditoriale, varia scaletta ogni sera per far impazzire il collezionista. Alla fine arriva Shpalman e il pubblico felice ma pochi si renderanno conto di aver visto dei mostri di bravura e tecnica da far impallidire le band anni 70.

A questo punto ora di cena e cerchiamo di scappare dall'inferno del Mazda Palace (una sola uscita??). Dopo una veloce pizza corriamo a vedere Vinicio Capossela. Peccato che ci siano ancora un paio di cantautori di poco conto. Dispiace solo aver perso Roy Paci con gli Aretuska.

Per le 22 inizia Vinicio Capossela. Un inizio di concerto un pochino incerto e retorico. Ma poi succede qualcosa: uno splendido vecchietto (vogliate perdonarmi ma non ricordo il nome) inizia a recitare canti da operaio, di vita reale, di povert e tristezza, di sottomissione e orgoglio. Bh, appalausi. Avr avuto anche 90 anni ma era capace di toccare certe corde che tanti, troppi non riescono. Vinicio affianco lo guarda e sorride come quando si porta nella compagnia un nuovo personaggio che molto presto diventer amico di tutti. Dopo questo momento di alta scuola (la musica c'entra poco bisogna guardare oltre) Vinicio riprende in possesso del palco e sovrasta come un maestro con la sua classe. Per gli scettici dico solo che Capossela v visto.

Subito dopo sale sul palco Max Gazz. Se per i primi momenti non capivo questa scelta, pian pianino, ho apprezzato questo cantautore, spesso inserito in un filone stupidamente pop/sanremese. Modestia e bravura (per quanto la band non fosse esattamente il massimo) hanno incantato gli spettatori. Un momento altissimo stata l'esecuzione di uno suo famosissimo brano in stile Warp.

Praticamente non c' cambio di palco (e neanche di band) e sale l'headliner Daniele Silvestri. Bravissimo nel parlare di politica avendo idee lucidissime assolutamente non retoriche. Dovrebbero imparare in molti da lui. Ottimo dal punto di vista musicale. Incanta e fa ballare, fa pensare e urlare. Silvestri uno vero, pu non piacere la musica ma lui ci crede e non poco.

Gran finale con Max Gazz a cazzeggiare sul palco per far andare via lentamente il numerosissimo pubblico.

1 Maggio splendido. Spero che faccia capire ai promoter e alle istituzioni che per attirare gente non ci vogliono i grandi nomi ma grandi idee.

[Dale P.]


Recensioni dei protagonisti del concerto:
 Elio E Le Storie Tese
Cicciput

LIVE REPORTS
01/05/2004Daniele Silvestri
Max Gazz
Vinicio Capossela
Elio E Le Storie Tese
Genova1Maggio
02/09/2003Elio E Le Storie TeseGenovaFiera Del Mare
19/02/2006Max Gazz
Baustelle
L'Aura
GenovaMazda Palace Genova
PROSSIMI CONCERTI
07/07/2005 Max GazzGoa Boa Festival(GE)