´╗┐

Home Recensioni News Speciali [ Live Reports ] Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Concerto Linea 77 - Sintonia del 11/11/2000



Deathbell - A Nocturnal CrossingDeathbell
A Nocturnal Crossing
Wucan - Heretic TonguesWucan
Heretic Tongues
Voivod - Synchro AnarchyVoivod
Synchro Anarchy
Blut Aus Nord - Disharmonium - Undreamable AbyssesBlut Aus Nord
Disharmonium - Undreamable Abysses
Emma Ruth Rundle - EG2 Dowsing VoiceEmma Ruth Rundle
EG2 Dowsing Voice
Wyatt E. - Al Beluti DaruWyatt E.
Al Beluti Daru
Wo Fat - The SingularityWo Fat
The Singularity
Gnome - KingGnome
King
Cave In - Heavy PendulumCave In
Heavy Pendulum
Pyrithe - Monuments to ImpermanencePyrithe
Monuments to Impermanence

Borderline

Genova

11/11/2000

Grande serata crossover penalizzata da un pubblico non esattamente numeroso e partecipe. Genova, purtroppo, non se ne capisce ancora molto di new-metal e preferisce vedersi i concerti Ska (suonavano gli Stiliti la stessa sera e sono sicuro che c'era molta pi¨ gente lý). Iniziano i Sintonia che si presentano vestiti come i Rage Against Machine nel video di Testify. Non contenti suonano esattamente uguali a loro e ci deliziano con una cover IDENTICA all'originale di Killing In The Name. Ovviamente non conoscono il carattere innovativo dei Ratm. Comunque piacevoli e purtroppo per loro hanno dovuto abbandonare il palco prima del previsto per problemi al basso (ah come li capisco). I Linea77 hanno invece travolto il pubblico con un'energia fuori dal comune (molti gruppi hardcore dovrebbero prendere esempio da loro). Pochi i pezzi nuovi, mentre hanno suonato praticamente tutto "Too Much Happiness". Favolose infatti "Meat" (che NON volevano cantare), "Touch", "Walk Like An Egiptian", "90 Degrees", "Tutto Quello Che Ho Sempre Voluto". Il loro pregio pi¨ grande rimane l'energia e moltissime volte richiamano il carattere adrenalinico dei Deftones (perdonatemi la battuta alla Mollica), le due voci infatti garantiscono una grande presa melodica e un'efficace urlato. Grande potenza. Ce ne fossero in Italia altri gruppi come loro! Dopo un'ora sia il pubblico che il gruppo non ce la faceva pi¨ e dopo qualche pausa, cazzeggio e scuse per riposarsi se ne vanno. Il locale Ŕ infatti un piccolo forno che avrebbe fatto la felicitÓ delle SS. Strano che nessuno si sia sentito male!

Ultima aggiunta riguarda di nuovo il dj. A parte che nessuno lý dentro conosce un gruppo crossover che non siano i Limp Bizkit (l'anno scorso era tutta un'altra cosa!), hanno rimesso Porch dei Pearl Jam e questa volta sotto minaccia di morte l'hanno fatta finire. Se questo Ŕ il metodo per sentire un po' di buona musica allora viva la violenza :-)

[Dale P.]

Recensioni dei protagonisti del concerto:
Linea 77 - Available For PropagandaLinea 77
Available For Propaganda

LIVE REPORTS
11/11/2000Linea 77
Sintonia
GenovaBorderline