Home Recensioni News Speciali [ Live Reports ] Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Concerto Queens Of The Stone Age del 18/02/2008



Black Road - Witch Of The FutureBlack Road
Witch Of The Future
Midnight - Rebirth By BlasphemyMidnight
Rebirth By Blasphemy
Nero Di Marte - ImmotoNero Di Marte
Immoto
Mortiis - Spirit Of RebellionMortiis
Spirit Of Rebellion
Bohren & Der Club Of Gore - Patchouli BlueBohren & Der Club Of Gore
Patchouli Blue
Kirk Windstein - Dream In MotionKirk Windstein
Dream In Motion
Konvent - Puritan MasochismKonvent
Puritan Masochism
Calibro 35 - MomentumCalibro 35
Momentum
Sons - Family DinnerSons
Family Dinner
Shock Narcotic - I Have Seen The Future And It DoesnShock Narcotic
I Have Seen The Future And It Doesn't Work

Seleziona l'anno

2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007 2006 2005 2004 2003 2002 2001 2000

Concerto Estragon

Bologna

18/02/2008

Come al solito mi perdo il gruppo di supporto, i Biffy Clyro. Mi spiace, non li conosco, ma i commenti in sala sono positivi. Sarà per una prossima volta.

L'Estragon non fa nemmeno in tempo a riempirsi del tutto (data sold out e un sacco di gente è rimasta fuori, a patire il clima polare di Bologna) che i QOTSA salgono sul palco, fin troppo puntuali, e aprono le danze con il trio: "Millionaire", "Feel good hit of the summer", "Sick, sick, sick". Inizio migliore non si poteva immaginare; l'Estragon esplode e si prepara ad una serata di danze. Qualche nube si affaccia pero' all'orizzonte: questo tour è flagellato dai problemi di bronchite del cantante, tanto da rischiare l'annullamentio di alcune date, e, infatti, la voce di Josh Homme è, a tratti, in difficoltà, quasi sovrastata dalle backing vocals di Shuman. Eppure Homme rimane una presenza scenica di assoluto livello, un animale da palco. Il resto della band fa ampiamente il suo dovere, soprattutto Joey Castillo che pesta la batteria come un pazzo e fa volare una bacchetta via l'altra. Il concerto continua citando ampiamente "Songs for the deaf" con le ottime Go with the flow e Do it again; si passa attraverso un momento di stanca (non convince "3's & 7's" che già non convinceva su disco) e si arriva al pezzo migliore del live: "Misfit love" che inizia con un'infinito riff di chitarra eseguito da un Homme ancheggiante in stile Elvis e lo sguardo totalmente perso nel vuoto. Eccellente brano ed eccellente esecuzione. Siamo nel pieno di un grande live, quando dopo appena 65 minuti di concerto, i QOTSA sfoggiano il devastante cavallo di battaglia "A song for the dead" e chiudono la gig con Homme che si accascia sulla batteria, prendendosi anche un accidentale pugno di Joey Castillo, e se ne va barcollante, visibilmente strafatto. Non vengono concessi bis e dalla sala partono sonori fischi alla riaccensioni delle luci. Un'incompiuta: grandi pezzi, ma grande delusione per una fine arrivata quando si cominciava davvero a carburare. Alla prossima.

Scaletta:

MILLIONAIRE

FEEL GOOD HIT OF THE SUMMER

SICK, SICK, SICK

YOU WOULD KNOW

GO WITH THE FLOW

DO IT AGAIN

A SONG FOR THE DEAF

INFININITY

3's & 7's

BURN THE WITCH

MONSTERS IN THE PARASOL

MISFIT LOVE

HANGING TREE

IN THE FADE

BLOOD IS LOVE

LITTLE SISTER

A SONG FOR THE DEAD

[Francesco Traverso]

Recensioni dei protagonisti del concerto:
Queens Of The Stone Age - Era VulgarisQueens Of The Stone Age
Era Vulgaris
Queens Of The Stone Age - Feel Good Hit Of The SummerQueens Of The Stone Age
Feel Good Hit Of The Summer
Queens Of The Stone Age - Lullabies To ParalyzeQueens Of The Stone Age
Lullabies To Paralyze
Queens Of The Stone Age - Q.O.T.S.A.Queens Of The Stone Age
Q.O.T.S.A.
Queens Of The Stone Age - Rated RQueens Of The Stone Age
Rated R
Queens Of The Stone Age - Songs For The DeafQueens Of The Stone Age
Songs For The Deaf
Queens Of The Stone Age - Stone Age ComplicationQueens Of The Stone Age
Stone Age Complication

LIVE REPORTS
02/06/2003BolognaFlippaut 2003
19/11/2002MilanoAlcatraz
18/02/2008BolognaEstragon