Home Recensioni [ News ] Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Broken Social Scene - Vincono il premio Out Indies


Ken Mode - NullKen Mode
Null
Gloria de Oliveira -  & Dean Hurley - Oceans Of TimeGloria de Oliveira
& Dean Hurley - Oceans Of Time
Vorlust - Lick The FleshVorlust
Lick The Flesh
Afghan Whigs - How Do You Burn?Afghan Whigs
How Do You Burn?
Zola Jesus - ArkhonZola Jesus
Arkhon
King Buffalo - RegeneratorKing Buffalo
Regenerator
Goatriders - TravelerGoatriders
Traveler
Clutch - Sunrise On Slaughter BeachClutch
Sunrise On Slaughter Beach
Might - AbyssMight
Abyss
Gammelsæter & Marhaug - Higgs BosonGammelsæter & Marhaug
Higgs Boson

Broken Social Scene

Vincono il premio Out Indies

News del 30/10/2004

BROKEN SOCIAL SCENE e la DOMINO Records si aggiudicano la quinta edizione di OUT INDIES, il premio indetto da FREAK OUT Magazine (http://www.freakout-online.com/) inserito, come nelle passate edizioni, all’interno del programma del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti – di Faenza, in programma nel weekend dal 26 al 28 Novembre 2004.

La giuria, composta come in passato sia dai redattori di Freak Out che da Mauro Santoriello (Mtv.it), Aurelio Pasini (Mucchio Selvaggio), Rossano Lo Mele (Rumore), Gianluca Polverari (Kataweb Musica/Rockstar), Carlo Crudele (Musicboom.it), Giuseppe Fabris (Rockol), Marco Delsoldato (Kronic.it), Stefano Isidoro Bianchi (Blow Up), Michele Casella (Rockerilla), Andrea Albensi (LosingToday), Tirza Bonifazi (Freequency),

ha così individuato l’artista/band e l’etichetta più siginificativi della scena indie straniera nell’arco degli ultimi 12 mesi.

I Broken Social Scene hanno fatto letteralmente “irruzione” nel panorama indie mondiale con il debut album “You Forgot It in People”, pubblicato dalla Arts & Crafts – etichetta di loro stessa proprietà – nel 2002, ma giunto solo quest’anno sul mercato europeo.

La band di Toronto, Canada, è riuscita a far confluire nei solchi di quest’album attitudine “dreamy” e “noisy” con una disinvoltura da veterani della sala di registrazione.

La Domino Records, etichetta londinese, ha saputo imporsi all’attenzione del pubblico soprattutto col folgorante debut album omonimo degli scozzesi Franz Ferdinand, che hanno dato ulteriore linfa al già montante tornado della new-new-wave, ma anche con “Fifth Column”, sorprendente opera prima di u.n.p.o.c., “Winchester Cathedral”, che ha riconfermato i Clinic nell’elite dell’indie-rock, per chiudere, in ordine di tempo, con “From A Basement On The Hill”, testamento sonoro dello scomparso Elliott Smith, e con la ristampa espansa di “Crooked Rain, Crooked Rain” dei Pavement a 10 anni dall’originaria pubblicazione.

La conferenza stampa di premiazione, prevista per sabato 27 alle ore 13.30, sarà arricchita dalla presenza “in carne ed ossa” dei Broken Social Scene, e non è escluso che i presenti possano assistere anche a un loro breve ma intenso set acustico. La platea indie è avvisata. Guai a non esserci…


RECENSIONI
Broken Social Scene - You Forgot It In PeopleBroken Social Scene
You Forgot It In People