Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Neptune - Duke Spirit, The (You Are Here)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Duke Spirit, The - Neptune
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Anno: 2008
Produzione: Chris Goss
Genere: rock / alternative / soul
Scheda autore: Duke Spirit, The



Trovo il mercato discografico inglese piuttosto noioso. Ragazzini devoti alla somma Jam+Beatles come fosse la cosa più nuova e figa del mondo, indie dancer di dubbio gusto con scarsa tendenza a creare dei classici moderni da tramandare ai posteri e ragazzine che uscite dalla scuola di canto si credono le nuove Aretha Franklyn. La musica heavy è decisamente scomparsa (come importanza intendo) lasciando giusto ai Jesu il compito di dettare le regole (devote agli Stati Uniti, ovviamente).

In questo mare di mediocrità (che molti di voi si premureranno di smentire) i The Duke Spirit non arriveranno certamente a salvare la situazione.

Hanno però un grande pregio: non cercare la melodia finto scanzonata per far cantare le platee. Ma, anzi, grazie alla bella voce di Leila Moss scartano le tentazioni nu-soul in favore di un approccio più "arty" tra Patti Smith e Siouxsie. Basta dire che la band si fa fotografare con in mano album di Modern Lovers, Sly & The Family Stone, Johnny Thunders, Gallon Drunk, Black Sabbath e altri classici del rock e non solo.

Prodotto da Chris Goss, storica mano fidata del giro stoner/rock, il disco è costituito di 12 brani sospesi fra brani grintosi e mid-tempos ispirati da sigarette e whisky. Svetta, ovviamente, il singolo "The Step And The Walk" ma purtroppo non tutti gli altri riescono a dare la stoccata vincente, complice, probabilmente, la misera carica carismatica dei musicisti. Manca un suono riconoscibile, la deviazione malata e degenere, il nervosismo. "Neptune" risulta quindi un compitino ben scritto e ben arrangiato, funzionante sulla carta ma decisamente poco "urgente" per spaccare lo stereo.

Che se poi non ci sono riusciti i Bellrays, decisamente più eccitanti, difficilmente questi Duke Spirit potranno mai fare breccia nel cuore dei rocker. Ma se il singolo passasse nei canali giusti, complice il sex appeal di Leila, potremmo anche non toglierceli più...

[Dale P.]

Canzoni significative: The Step And The Walk, Wooden Heart.


Questa recensione é stata letta 2639 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Division Of Laura Lee - Black CityDivision Of Laura Lee
Black City
Meganoidi - And Then We Met Impero EPMeganoidi
And Then We Met Impero EP
Queens Of The Stone Age - Lullabies To ParalyzeQueens Of The Stone Age
Lullabies To Paralyze
Melvins - TrilogyMelvins
Trilogy
Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
Meat Puppets - Golden LiesMeat Puppets
Golden Lies
Raconteurs, The - Broken Boy SoldierRaconteurs, The
Broken Boy Soldier
White Stripes - White Blood CellsWhite Stripes
White Blood Cells
Chelsea Wolfe - Birth Of ViolenceChelsea Wolfe
Birth Of Violence
TV On The Radio - Return To Cookie MountainTV On The Radio
Return To Cookie Mountain