´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

XII - Feedbacker (Kontingent Records)

Ultime recensioni

Sons - Family DinnerSons
Family Dinner
Shock Narcotic - I Have Seen The Future And It DoesnShock Narcotic
I Have Seen The Future And It Doesn't Work
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Show Me The Body - Dog WhistleShow Me The Body
Dog Whistle
Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
The Night Watch - An Embarrassment of RichesThe Night Watch
An Embarrassment of Riches
Low Dose - Low DoseLow Dose
Low Dose
Salvation - Year Of The FlySalvation
Year Of The Fly
Lungbutter - HoneyLungbutter
Honey
Matana Roberts - Coin Coin Chapter Four MemphisMatana Roberts
Coin Coin Chapter Four Memphis
Cloud Rat - PollinatorCloud Rat
Pollinator
Cryptae - VestigialCryptae
Vestigial
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir
Vanishing Twin - The Age Of ImmunologyVanishing Twin
The Age Of Immunology
Buildings - Negative SoundBuildings
Negative Sound
Alpha Hopper - Aloha HopperAlpha Hopper
Aloha Hopper
Rustin Man - Drift CodeRustin Man
Drift Code
Poppy - I DisagreePoppy
I Disagree
Body Hound - No MoonBody Hound
No Moon
Girl Band - The TalkiesGirl Band
The Talkies

Feedbacker - XII
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Anno: 2019
Produzione: Mihail Slavov
Genere: metal / sludge / grunge
Scheda autore: Feedbacker



Nella costante ricerca di nuova musica da ascoltare mi sono imbattuto nei Feedbacker, duo basso e batteria proveniente da Sofia, Bulgaria. Scopro che hanno appena pubblicato il nuovo album per una manciata di etichette, tra cui l'italiana Dischi Devastanti Sulla Faccia (le altre sono Kontingent Records, Sweetohm Recordings, Nothing to Harvest). Vengo ammaliato dal singolo "Svetlo b?deshte" a cui Ŕ associato uno straniante videoclip. Voce grattata alla Kurt Cobain (e tipo i suoi numerosi emuli, per esempio Gavin Rossdale), suoni oscuri e opprimenti e un'atmosfera che rimanda a certe canzoni drogate degli Earth periodo "Pentastar". Inutile dire che il brano in questione Ŕ girato in loop per giorni. Il resto dell'album non Ŕ a questi livelli eccellenti ma comunque buoni. L'iniziale "XII" Ŕ su coordinate OM per quanto riguarda il rifferama ma la voce inevitabilmente trasporta tutto in terreni grunge paludosi. In "Reditsi" e in "Az nosya svetlina" si sconfina nello sludge, ma niente di cui strapparsi i capelli. Molto interessanti invece i due brani finali "ç" e "Khladno sl?ntse" che insieme sono metÓ del piatto. La prima Ŕ un drone metal con urla disumane, un po' alla Khanate, il secondo un doomone molto "groovoso", perfetto come finale del disco.

"XII" Ŕ una produzione decisamente underground e come tale va giudicata: nel suo modo di proporsi Ŕ un disco artigianale ma anche a suo modo originale. Sono sicuro che la band saprÓ far parlare di sŔ soprattutto grazie ai loro live ma, se vi capiterÓ di comprarlo al banchetto o in qualche distro, non ve ne pentirete assolutamente. Adatto a grunger fissati con lo sludge.

[Dale P.]

Canzoni significative: Svetlo b?deshte, Khladno sl?ntse.


Questa recensione Ú stata letta 208 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Lair Of The Minotaur - War Metal Battle MasterLair Of The Minotaur
War Metal Battle Master
Floor - DoveFloor
Dove
Baroness - Blue RecordBaroness
Blue Record
Rainbow Grave - No YouRainbow Grave
No You
Kylesa - Static TensionKylesa
Static Tension
High On Fire - Snakes For The DivineHigh On Fire
Snakes For The Divine
Mastodon - Call Of The MastodonMastodon
Call Of The Mastodon
Firebreather - Under A Blood MoonFirebreather
Under A Blood Moon
Black Cobra - ChronomegaBlack Cobra
Chronomega
Time To Burn - Starting PointTime To Burn
Starting Point