Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Who Sent You? - Irreversible Entanglements (International Anthem)

Ultime recensioni

AA.VV. - Dirt ReduxAA.VV.
Dirt Redux
Fuzz - IIIFuzz
III
Porridge Radio - Every BadPorridge Radio
Every Bad
Deftones - OhmsDeftones
Ohms
Tallah - MatriphagyTallah
Matriphagy
Exhalants - AtonementsExhalants
Atonements
Lump Hammer - BeastLump Hammer
Beast
Obsidian Kingdom - Meat MachineObsidian Kingdom
Meat Machine
Gargoyl - GargoylGargoyl
Gargoyl
Anna Von Hausswolff - All Thoughts FlyAnna Von Hausswolff
All Thoughts Fly
Blues Pills - Holy Moly!Blues Pills
Holy Moly!
Sprain - As Lost Through CollisionSprain
As Lost Through Collision
Thurston Moore - By The FireThurston Moore
By The Fire
Idles - Ultra MonoIdles
Ultra Mono
Sarah Davachi - Cantus, DescantSarah Davachi
Cantus, Descant
AA.VV. - What Is This That Stands Before Me?AA.VV.
What Is This That Stands Before Me?
Deafbrick - DeafbrickDeafbrick
Deafbrick
Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?
Jeff Parker - Suite For Max BrownJeff Parker
Suite For Max Brown
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome

Irreversible Entanglements - Who Sent You?
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: International Anthem
Anno: 2020
Produzione: Scott McNiece
Genere: jazz / free jazz / experimental
Scheda autore: Irreversible Entanglements



Camae Ayewa aka Moor Mother è una delle artiste più interessanti degli ultimi anni. Particolarissimi e incisivi nei suoi dischi solista ha partecipato al primo disco degli Zonal di Broadrick e Martin. E poi è la figura centrale degli Irreversible Entanglements quintetto avant-jazz che nel 2017 debuttò con l'ottimo disco omonimo. "Who Sent You?" conferma l'incredibile capacità di Camae di rendere oro ogni cosa che tocca collaborando con musicisti nel pieno dell'ispirazione.

La poetica cyberpunk si sposa con il free-jazz schizofrenico di Keir Neuringer al sax e alle percussioni, Aquiles Navarro alla tromba e percussioni, Luke Stewart al contrabbasso e percussioni, Tcheser Holmes alla batteria. L'ingombrante presenza delle percussioni è il secondo elemento principale, che riporta l'ascoltatore ad una tribalità schizzata, quasi grindcore nell'approccio iconoclasta, ma con i piedi ben piantati nella tradizione afrobeat. Fiati che dialogano impazziti e un contrabbasso che cerca di stabilire un vago senso di ordine completano il quadro di una band unica e difficilmente adatta all'ascoltatore jazz "tipo".

"Who Sent You?" non è un disco facile ma è la cosa più vicina al suono di questo 2020: nervoso, tenebroso, arrabbiato, preoccupato e, perdonate la faciloneria, nero.

[Dale P.]

Canzoni significative: Who Sent You - Ritual, No Màs.


Questa recensione é stata letta 84 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?
Matana Roberts - Coin Coin Chapter Four MemphisMatana Roberts
Coin Coin Chapter Four Memphis