Home Recensioni News [ Speciali ] Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  stoner post-metal post-hardcore metal grunge rock alternative

Live Acustico a Genova - Nick Oliveri




Nick Oliveri - Live Acustico a Genova


Relative Foundation, in collaborazione con Taxi Driver Store, presenta:

Giovedì 12 Novembre
presso

Teatro Carignano,
Viale Villa Gori 8
Genova

NICK OLIVERI
+
The Big White Rabbit


ingresso euro 12
prevendite presso Taxi Driver Store (Piazza Piccapietra 84) e presso la biglietteria del teatro il giorno dell'evento.

inizio ore 21


Nick Oliveri era il bassista nella prima formazione dei Kyuss. Ha contribuito a forgiare il sound "stoner" con album come Wretch e Blues For The Red Sun. Poi il suo comportamento sopra le righe gli è costato l'allontanamento dalla band. Anni dopo, quando la band si sciolse, l'amico chitarrista chitarrista ed ex collega nei Kyuss Josh Homme decise di ricominciare assieme a lui una nuova avventura musicale e fondò i Queens Of The Stone Age. Assieme registrarono il debutto omonimo, Rated R e il multimilionario Songs For The Deaf che lanciò la band nelle stelle. Ricordiamo Nick Oliveri per il suo aspetto estremo (pelato, con lungo pizzo e spesso nudo) nei concerti che vedeva la band circondata da musicisti di prima grandezza come Dave Grohl (Nirvana) e Mark Lanegan. Ma il suo sogno finì dopo il tour di Songs For The Deaf. Josh decise di continuare l'avventura senza di lui. Nick nel frattempo non rimane con le mani in mano. Raggiunge gli amici punk rockers Dwarves (che già lo ospitarono nel periodo post-Kyuss) e contemporaneamente mette in piedi il suo progetto: Mondo Generator. Il primo disco fu pubblicato dalla Southern Lord (mitica label underground casa di Sunn O))), Earth, Probot) e il secondo dalla Ipecac (ovvero l'etichetta di Mike Patton dei Faith No More). Misteriosamente (e qui le leggende si sprecano) Nick riesce a farsi cacciare dal suo stesso gruppo. Ed ecco che scopre l'acqua calda: andare in tour da solo. Chitarra acustica e le canzoni che hanno fatto la sua storia. Una storia non da poco, che racchiude più di quindici anni di vita. Fra eccessi e poesia.
Nel suo set troveremo quindi canzoni dei Kyuss, Queens Of The Stone Age e Mondo Generator riviste in chiave acustica, ma anche cover e materiale recente.
Una serata già imperdibile per la maggior parte del pubblico mostra maggiore interesse agli appassionati della scena underground genovese. I Big White Rabbit sono il progetto rock folk stralunato di Max Sobrero, presenza fissa della musica suonata sotto la Lanterna, uscito da poco con l'album Slaughterhouse che, malgrado la copertina gore offre sonorità sospese fra Nick CAve, Pixies, GunClub, Tom Waits e Talking Heads. Ad accompagnarlo ci saranno ex membri di band come Meganoidi (Marco Chiesa) e Cut Of Mica che per l'occasione si ritroveranno a condividere lo stesso palco dopo anni..

condividi l'evento su facebook