Home Recensioni News [ Speciali ] Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  stoner post-metal post-hardcore metal grunge rock alternative

Boicottate! - SIAE




SIAE - Boicottate!


La scelta di Taxi Driver è di dare massima visibilità alla notizia, secondo noi scandalosa. La Società Italiana Autori ed Editori in questo frangente rivela quello che è: una società lontana dal mondo REALE della musica. Inadatta a servire gli interessi (legittimi) di un artista, soprattutto quelli di area indipendente, quindi non protetti dalle forti spalle delle grandi corporation.

Vi invitiamo a BOICOTTARE la SIAE. Questo non è un invito alla pirateria, anzi. Ci sono tanti modi per acquistare un CD, in primis direttamente dall'autore.
BOICOTTARE la SIAE spargendo la notizia.
BOICOTTARE la SIAE boicottando il MEI.
BOICOTTARE la SIAE non iscrivendosi ad essa. Tanto non ne trarrete beneficio a meno che non vi chiamiate Celentano, Rossi, Paoli, Morandi, Zero.

E ora il comunicato stampa relativo alla vicenda Costantines vs SIAE:


Problemi di SIAE per The Constantines in Italia.
I paradossi della legge sul diritto d'autore che dovrebbe tutelare,
appunto, gli autori, ma talvolta li danneggia.


I canadesi The Constantines, in arrivo in Italia per una serie di concerti
dal 18 al 24 Novembre, in seguito ad un controllo di frontiera, volto
probabilmente alla ricerca di sostanze stupefacenti, sono incappati nella
confisca di oltre 500 tra CD e LP, rei di non essere contrassegnati con
l'italico bollino SIAE. Nonostante il gruppo abbia dichiarato che tutti gli
obblighi sul diritto d'autore fossero stati assolti negli Stati Uniti, di
fronte alla legge italiana sono stati trattati come dei venditori, od
ancora peggio dei produttori di cd abusivi o contraffatti. Oltre a trovarsi
senza i loro dischi, la cui vendita serviva a finanziare il loro tour
europeo, si sono visti sanzionare con un procedimento giudiziario sia
penale che amministrativo (una multa che può oscillare tra i 54.000 e i
550.000 Euro, 108.000 se accettano di pagare subito senza arrivare al
processo). Beh andategli a spiegare adesso ai Constantines le leggi che
governano il diritto d'autore in Italia. Mica l'hanno capito che i soldi
del bollino SIAE dovevano servire per tutelare gli interessi degli autori
(cioè i loro). E la SIAE partecipa al Mei "...con una serie di importanti
iniziative, volte a riaffermare la presenza della Società a fianco delle
produzioni indipendenti...."


[Dale P.]