Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Big Brave - & The Body - Leaving None But Small Birds (Thrill Jockey)

Ultime recensioni

Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues

Big Brave - & The Body - Leaving None But Small Birds
Autore: Big Brave
Titolo: & The Body - Leaving None But Small Birds
Etichetta: Thrill Jockey
Anno: 2021
Produzione: Seth Manchester
Genere: rock / folk / experimental

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta & The Body - Leaving None But Small Birds





Big Brave e The Body sono fra le band più pesanti attualmente in attività. Pesanti dal punto di vista della proposta, pesanti per il suono che malleano abitualmente. Ero quindi molto curioso per questa collaborazione che prometteva di essere letteralmente devastante per le nostre povere orecchie.

Essendo però due band geniali in tutto quello che fanno i 7 (3+2+2 intrusi) si sono ritrovati invece per suonare la musica più leggera mai fatta: il folk. Folk che prende dal Canada, dall'Inghilterra e degli Appallacchi, risuonato e rivitalizzato con l'intensità che solo questi personaggi ultra sensibili sono in grado di riprodurre. Inutile dire che a fare da leone è la performance vocale di Robin Wattie ma è indubbio che anche il resto della band ci metta del proprio per far vibrare i sensi dell'ascoltatore.

Tantissimi i momenti da pelle d'oca in un disco che è da affiancare negli ascolti tra l'ultimo Lingua Ignota (Sinner Get Ready) e l'ultimo Low (Hey What). Bravi tutti.

[Dale P.]

Canzoni significative: Oh Sinner, Hard Times.

Questa recensione é stata letta 581 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Big Brave - A Chaos Of FlowersBig Brave
A Chaos Of Flowers
Big Brave - A Gaze Among ThemBig Brave
A Gaze Among Them
Big Brave - Nature MorteBig Brave
Nature Morte
Big Brave - VitalBig Brave
Vital

Live Reports

20/04/2023TilburgRoadburn Festival 2023
04/05/2023Busto ArsizioCircolo Gagarin
23/09/2023PortoAmplifest

NEWS


12/01/2024 Annunciano "A Chaos of Flowers"
20/10/2022 Annunciano "nature morte"

tAXI dRIVER consiglia

Dorthia Cottrell - Death Folk CountryDorthia Cottrell
Death Folk Country
Emma Ruth Rundle - Engine Of HellEmma Ruth Rundle
Engine Of Hell
Johnny Cash - The Man Comes AroundJohnny Cash
The Man Comes Around
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome
Steve Von Till - No Wilderness Deep EnoughSteve Von Till
No Wilderness Deep Enough
Emma Ruth Rundle - Some Heavy OceansEmma Ruth Rundle
Some Heavy Oceans
Lankum - False LankumLankum
False Lankum
Steve Earle - Transcendental BluesSteve Earle
Transcendental Blues
Neil Young - HarvestNeil Young
Harvest
Shearwater - Animal JoyShearwater
Animal Joy