Home Recensioni News Autori Speciali [ Live Reports ] Label Store
  stoner post-metal post-hardcore metal drone grunge rock alternative

Concerto Fu Manchu del 24/03/2011



King Buzzo - This Machine Kills ArtistsKing Buzzo
This Machine Kills Artists
Emma Ruth Rundle - Some Heavy OceansEmma Ruth Rundle
Some Heavy Oceans
Dwarves - Invented Rock & RollDwarves
Invented Rock & Roll
Mastodon - Once More Around The SunMastodon
Once More Around The Sun
Wolves In The Throne Room - CelestiteWolves In The Throne Room
Celestite
Earth - Primitive And DeadlyEarth
Primitive And Deadly
Zola Jesus - VersionsZola Jesus
Versions
Vista Chino - PeaceVista Chino
Peace
Jex Thoth - Blood Moon RiseJex Thoth
Blood Moon Rise
Uncle Acid And The Deadbeats - Mind ControlUncle Acid And The Deadbeats
Mind Control

Seleziona l'anno

2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007 2006 2005 2004 2003 2002 2001 2000

Concerto Spazio 211

Torino

24/03/2011

foto di Redi Laloshi


Dopo i Kyuss, per continuare nel migliore dei modi, chi poteva essere piu' adatto, se non i Fu Manchu?! Con oltre vent'anni di "fuzz" sulle spalle e cambi di formazione, tra le cui fila, abbiamo visto passare Brant Bjork, la band californiana ritorna con: Bob Balch (chitarra), Brad Davis (basso), Scott Reeder, non quello, (batteria), e Scott Hill (voce/chitarra), unico componente rimasto della formazione iniziale.

Niente band di spalla in questa data allo Spazio 211, un po' di attesa e poi giu' con una scaletta di tredici pezzi, piu' un paio a richiesta del pubblico. Con un bel muro di suono, potente, ma non spropositato, come quello di gruppi quali Electric Wizard o Karma To Burn, i Fu Manchu hanno dato spettacolo. Energici e trasportanti, i riff ingrassati costantemente da un bel suono Fuzzoso, caratteristico della band, hanno intrattenuto piu' che degnamente, la massa di ragazzi pressanti accorsi per l'occasione.

Certo vedere i Fu Manchu non e' un evento particolarmente insolito, ma non avendoli ancora visti sono stata ben felice di essere presente. Da brava ragazza piccolina, ho assistito a tutto il concerto dalla prima fila, cosa fantastica, soprattutto in un locale come lo Spazio, che ha il palco basso; ed ho avuto modo di accertare i racconti, di chi prima di me ha avuto l' opportunità di assistere ad un loro concerto e che li descrivevano come una grande band dal vivo. Tutto vero!! In live sono davvero esplosivi!

Poche chiacchiere, e molta sostanza ma, soprattutto, guardando Scott Hill, sudare su quella chitarra, come se fosse l'ultimo concerto della sua vita, la cosa che mi ha colpito maggiormente, e' stata la passione e la voglia di spaccare tutto, che molti musicisti, magari piu' famosi, spesso e volentieri non dimostrano..

[Maria Martini]


Recensioni dei protagonisti del concerto:
Fu Manchu - DaredevilFu Manchu
Daredevil

LIVE REPORTS
24/03/2011TorinoSpazio 211