Home Recensioni News Speciali [ Live Reports ] Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Concerto Primus - Hot Head Show del 26/06/2011



Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing
Big Special - Postindustrial Hometown BluesBig Special
Postindustrial Hometown Blues
Thou - UmbilicalThou
Umbilical
Porcelain - PorcelainPorcelain
Porcelain
Eye - Dark LightEye
Dark Light
Bala - BestaBala
Besta

Castello Sforzesco

Vigevano

26/06/2011

Ognuno di noi coltiva speranze e sogni in ambito musicale. Alcune volte vengono ripagate, altre no. Ad esempio le reunion si prestano continuamente a scommesse, quasi quanto il totomorto. "Chi si riunira' quest'anno?", "Secondo me dopo questo progetto dovremmo averli tutti a tiro", "Ma ora che e' morto chi potrebbe sostituirlo alla batteria?". "Sleater Kinney, Fugazi, Sleep o Kyuss?"

Oppure la grande trappola del gruppo storico che risuona il disco storico. Come i Mudhoney che risuonano tutto Superfuzz Bigmuff. O peggio le collaborazioni impossibili. Come i Them Crooked Vultures. O gli Audioslave.

I Primus non li vidi mai ai tempi d'oro. Mi sono sempre rifiutato di seguire dal vivo i deliri di Claypool, perche' i Primus vengono prima di tutto. Perche' Larry Lalonde ha lo stesso peso di Les. Perche' le canzoni di Sailing The Sea Of Cheese le possono suonare solo loro.

Disco nuovo in arrivo, Green Naugahyde, Jay Lane in formazione (ovvero Sausage e primo batterista della band nel 1988) e tanta voglia di suonare dopo anni di apparizioni, concerti sporadici, tour di reunion, classici risuonati dall'inizio alla fine.

Per il grande ritorno in Italia un bonus e' la splendida cornice del Castello Sforzesco di Vigevano. Palco gigante, scenografia con astronauti gonfiabili con proiezioni all'interno dei caschi e discreta acustica.

Ad aprire il concerto i Hot Head Show, del figlio di Stewart Copeland, che servono a scaldare l'impianto e poco piu'.

I Primus aprono con Those Damned Blue-Collar Tweekers, e sara' tutto un ripescaggio di culti minori e una manciata di nuovi brani. Dei singoloni ci sara' posto solo per "Jerry Was A Race Car Driver" e "Tommy The Cat" ma lunghe jam, scherzi, assoli, trasformano un ora e quaranta di concerto in un lungo godimento che non vorresti avesse mai fine.

Per la maggior parte dei presenti era dagli anni 90 che sperava di godere cosi'. E i singoloni non ci interessa se non sono stati inseriti in una scaletta che ha pescato da Frizzle Fry in su. Ovvero tutto.

[Dale P.]

Recensioni dei protagonisti del concerto:
Primus - Animals Should Not Try To Act Like PeoplePrimus
Animals Should Not Try To Act Like People
Primus - Green NaugahydePrimus
Green Naugahyde

LIVE REPORTS
26/06/2011Primus
Hot Head Show
VigevanoCastello Sforzesco