Home Recensioni News Speciali [ Live Reports ] Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Concerto Mark Lanegan - Enemy del 03/12/2003



Boris - & Merzbow - 2R0I2P0Boris
& Merzbow - 2R0I2P0
Dale Crover - Rat-A-Tat-Tat!Dale Crover
Rat-A-Tat-Tat!
Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla

Seleziona l'anno

2021 2020 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013 2012 2011 2010 2009 2008 2007 2006 2005 2004 2003 2002 2001 2000

Concerto Rainbow

Milano

03/12/2003

Rainbow stracolmo per la data milanese di Mark Lanegan. Eggià che il nostro in un colpo solo attira i fan dei Queens Of The Stone Age, degli Screaming Trees e dei suoi lavori solista, curiosi vari (un bel po' di vip d'area musicale) e fan della buona musica. Nessuno ne rimarrà deluso. In apertura gli Enemy, nuovo progetto di Troy Van Leeuwen. Sono in tre e mescolano le sonorità dei gruppi con cui ha lavorato il frontman. Quindi A Perfect Circle / Tool e Queens Of The Stone Age ma anche molto grunge. Nirvana. Troy ha una bella voce da rocker vissuto e un bel gusto melodico. Curioso di sentirli su disco. Poco dopo sale sul palco l'immenso Mark. Espressione accigliata, sigaretta, la classica posa imperturbabile e quella voce. Che può cantare tutto! La band può anche permettersi di non essere precisissima e di lasciar andare il cuore. Tanto a mettere tutto a posto ci pensa lui. Particolarmente riusciti i brani più energici dove la band dà sfogo del proprio bagaglio grunge. I brani tranquilli soffrono spesso di finali buttati lì e del presenzialismo spesso inutile della band. Ma sono dettagli. Quello che importa è LA VOCE. E Mark era in forma (mi dicono non in formissima). Tutti i classici del suo repertorio, qualche brano nuovo e un finale distruttivo. Ci venisse a trovare più spesso!!

Recensioni dei protagonisti del concerto:
Mark Lanegan - And Isobel Campbell - Ballad Of The Broken SeasMark Lanegan
And Isobel Campbell - Ballad Of The Broken Seas
Mark Lanegan - BubblegumMark Lanegan
Bubblegum
Mark Lanegan - Field SongsMark Lanegan
Field Songs
Mark Lanegan - Here Comes That Weird ChillMark Lanegan
Here Comes That Weird Chill
Mark Lanegan - SomebodyMark Lanegan
Somebody's Knocking

LIVE REPORTS
03/12/2003Mark Lanegan
Enemy
MilanoRainbow
04/09/2004Sonic Youth
Franz Ferdinand
Libertines, The
Mark Lanegan
Mondo Generator
Tre Allegri Ragazzi Morti
BolognaIndipendent Days Festival
29/11/2012Mark LaneganRomaOrion
PROSSIMI CONCERTI
24/03/2012 Mark LaneganEstragon(BO)
25/03/2012 Mark LaneganAlcatraz(MI)