Home Recensioni News Speciali [ Live Reports ] Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Concerto Mudhoney - Country Teaser - Mugstar del 31/07/2008



Afsky - Om hundrede rAfsky
Om hundrede r
Acid King - Beyond VisionAcid King
Beyond Vision
Screaming Females - Desire PathwayScreaming Females
Desire Pathway
Oozing Wound - Cathers The CowardOozing Wound
Cathers The Coward
Returning - SeverenceReturning
Severence
Sandrider - EnveletrationSandrider
Enveletration
Big Brave - Nature MorteBig Brave
Nature Morte
Eunoia - Psyop of the YearEunoia
Psyop of the Year
Ciemra - The Tread Of DarknessCiemra
The Tread Of Darkness
Sisteria - Dark MatterSisteria
Dark Matter

Forum

Londra

31/07/2008

Pur seguendo i Mudhoney da circa 15 anni non ho mai avuto la fortuna di vederli dal vivo. Ne ho sempre sentito parlare bene ma come se non avessi mai la vera esigenza di godermeli faccia a faccia. Mai visto un videobootleg, neanche su YouTube! Ho invece parecchi bootleg (quasi tutti in vinile) che testimoniano la bont delle loro performance.

Ecco perch decido di regalarmi una visione speciale di quella che tra le mie prime 5 band preferite. Frase adolescenziale. Ma i Mudhoney hanno il potere di rendere tutto un gioco.

Sono al Forum di Londra e l'atmosfera rilassata come fosse l'ennesimo appuntamento fra amici.

Aprono i Mugstar, band psichedelica fino al midollo. Pur sobri alla fine del concerto ci sembrava di aver mangiato qualche funghetto. Luci sparate, suoni effettatissimi e incomprensibili. I nostri sembrano persi in una jam session drogata e allucinata come fossimo in un Acid-Party degli anni 60.

A far scendere la dose ci pensano i Country Teaser: sospesi fra Nick Cave e Daniel Johnston. Ovvero blues scarnificato suonato da autistici. I Mudhoney osservavano divertiti a lato del palco ma, sinceramente, oltre la curiosit del momento non rimane niente.

Ad accendere la serata, ovviamente, spetta ai Mudhoney. E vederli dal vivo, "in 3D", fa un certo effetto. Per come si muove Mark, una sorta di buffo Iggy Pop, per come escono i suoni, QUEI suoni, per la bravura del batterista Dan Peters. Tutto pi bello di quanto mi sarei immaginato, soprattutto Mark Arm. E vedendo l'affluenza di ragazze (mai viste tante ad un concerto) direi quasi che siamo davanti ad un figo. E con quella maglietta dei Black Flag, inutile, lo vedo un figo pure io!

Il concerto stato una carrellata della carriera dei Mudhoney, che in Inghilterra sono visti come delle vere star. Brani velocizzati per guadagnare in carica ed impatto ma comunque ricchi del fascino dei classici. Si pesca da tutti gli album, con una scaletta che sembra scritta da un fan: Touch Me I'm Sick, Sweet Young Thing, No One Has, Suck You Dry, Fearless Doctor Killers, pi ovviamente i brani della recente produzione.

Non un cedimento, non un errore ma uno show professionale e cazzone, divertente ma studiato in grado di soddisfare proprio tutti.

Non ci sono parole, ma solo il ricordo di ognuno di loro, magici e ipnotici nelle movenze e nella perfezione esecutiva.

[Dale P.]

La scaletta:

Money Will Roll Right, In I'm now, The lucky ones, Next time, You got it, Suck you dry, It is us, Inside job, Sweet young thing, No one has, Touch me I'm sick, Fearless Doctor Killers, Get Into Yours, Hard on for war, In and out of grace, Hate The Police

Encore: Inside, Open Mind, Street Waves, Tales of terror, Fix Me.


Recensioni dei protagonisti del concerto:
Mudhoney - Every Good Boy Deserve FudgeMudhoney
Every Good Boy Deserve Fudge
Mudhoney - Morning In AmericaMudhoney
Morning In America
Mudhoney - MudhoneyMudhoney
Mudhoney
Mudhoney - My Brother The CowMudhoney
My Brother The Cow
Mudhoney - Pedazo De PastelMudhoney
Pedazo De Pastel
Mudhoney - Piece Of CakeMudhoney
Piece Of Cake
Mudhoney - Since WeMudhoney
Since We've Become Translucent
Mudhoney - The Lucky OnesMudhoney
The Lucky Ones

LIVE REPORTS
19/05/2006Mudhoney
Jennifer Gentle
MilanoRainbow
31/07/2008Mudhoney
Country Teaser
Mugstar
LondraForum