Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

A Great Artist - A Life Once Lost (Ferret)

Ultime recensioni

The Silence - Metaphysical FeedbackThe Silence
Metaphysical Feedback
Lo Pan - SubtleLo Pan
Subtle
William Duvall - One AloneWilliam Duvall
One Alone
Werian - AnimistWerian
Animist
Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
30000 Monkies - Are Forever30000 Monkies
Are Forever
Idles - A Beautiful Thing Idles Live At Le BataclanIdles
A Beautiful Thing Idles Live At Le Bataclan
Om - BBC Radio 1Om
BBC Radio 1
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Hexgrafv - RitualHexgrafv
Ritual
Stew - PeopleStew
People
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Ruff Majik - TarnRuff Majik
Tarn
Green Lung - Woodland RitesGreen Lung
Woodland Rites
The Black Heart Death Cult - The Black Heart Death CultThe Black Heart Death Cult
The Black Heart Death Cult
Tropical Trash - Southern Indiana Drone FootageTropical Trash
Southern Indiana Drone Footage
Shit And Shine - Doing Drugs, Selling DrugsShit And Shine
Doing Drugs, Selling Drugs
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn

A Life Once Lost - A Great Artist
Voto:
Etichetta: Ferret
Anno: 2003
Produzione:
Genere: metal / metalcore /
Scheda autore: A Life Once Lost



I Meshuggah metalcore?? E' questa la sensazione che ho avuto dopo aver messo il CD nel lettore. Prendete i riff più "orecchiabili" di Thordendal e cercate di incastrarli in un contesto da violenza "in your face" e avrete i A Life Once Lost.

Ora bisogna scegliere se criticarli per aver cercato di rendere appetibile ai ragazzini la formula Meshuggah o esaltarli per aver elaborato un'idea estrema rendendola più orecchiabile. Il succo è lo stesso e a me "A Great Artist" piace. Suona benissimo nella sua ignoranza, nella sua cattiveria e nelle sue geometrie azzardate. Il risultato del mescolone è devastante e destabilizzante.

Parlando di "commerciabilità" non aspettatevi voce pulita (o peggio "emo"). Il cantante non smette un attimo di urlare come un indemoniato, mentre i riff si susseguono e le vostre orecchie esplodono.

Se siete delusi dall'evoluzione nichilista e misantropa dei Meshuggah questi A Life One Lost fanno al caso vostro. Ma in ogni caso rimangono una band su cui puntare per il futuro e "A Great Artist" un disco da cercare assolutamente.

[Dale P.]

Canzoni significative: Surreal Atrocities, The Change Came Suddenly, Nevermore Will I Have...

Questa recensione é stata letta 3216 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

A Life Once Lost - HunterA Life Once Lost
Hunter

tAXI dRIVER consiglia

Nora - Save YourselfNora
Save Yourself
Un-kind - Hurts To The CoreUn-kind
Hurts To The Core
Sepultura - RoorbackSepultura
Roorback
A Life Once Lost - A Great ArtistA Life Once Lost
A Great Artist
Since By Man - A Hate Love RelationshipSince By Man
A Hate Love Relationship
A Life Once Lost - HunterA Life Once Lost
Hunter
 Brutal Rash
The Gyre
Throwdown - VendettaThrowdown
Vendetta
Abel Is Dying - Promo 2k5Abel Is Dying
Promo 2k5
Znort - 200 BpmZnort
200 Bpm