Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental [ pop ] elettronica

Pocket Symphony - Air (Virign)

Ultime recensioni

Kowloon Walled City - PieceworkKowloon Walled City
Piecework
Slowshine - Living LightSlowshine
Living Light
Unto Others - StrenghtUnto Others
Strenght
Space Afrika - Honest LabourSpace Afrika
Honest Labour
Dead Sara - It AinDead Sara
It Ain't Tragic
Big Brave - & The Body - Leaving None But Small BirdsBig Brave
& The Body - Leaving None But Small Birds
XX'ed Out
We All Do Wrong
Damon Locks Black Monument Ensemble - NowDamon Locks Black Monument Ensemble
Now
Angel Bat Dawid - Hush Harbor Mixtape Vol. 1 DoxologyAngel Bat Dawid
Hush Harbor Mixtape Vol. 1 Doxology
Andrew W.K. - God Is PartyingAndrew W.K.
God Is Partying
Hildur Guðnadóttir - Battlefield 2042 SoundtrackHildur Guðnadóttir
Battlefield 2042 Soundtrack
Chubby And The Gang - The MuttChubby And The Gang
The Mutt's Nuts
Amyl And The Sniffers - Comfort To MeAmyl And The Sniffers
Comfort To Me
Low - Hey WhatLow
Hey What
Hooded Menace - The Tritonus BellHooded Menace
The Tritonus Bell
Tropical Fuck Storm - Deep StatesTropical Fuck Storm
Deep States
Halsey - If I Can’t Have Love, I Want PowerHalsey
If I Can’t Have Love, I Want Power
Comet Control - Inside The SunComet Control
Inside The Sun
Dana Dentata - PantychristDana Dentata
Pantychrist
Turnstile - Glow OnTurnstile
Glow On

Air - Pocket Symphony
Voto:
Anno: 2007
Produzione:
Genere: pop / electro / indie



Li avevamo lasciati con l’apprezzato “Talkie Walkie”, rieccoli ora a portare a compimento il seguito : “Pocket Symphony”.

A come Air, A come Ambient, che mai come in questo album sembra averne sostanza e corpo.

Un album leggero, un sottofondo raffinato, dal sapore a tratti orientale, che pare portare avanti un discorso intrapreso in “Alone in Kyoto” (“talkie walkie”).

Non c’è da storcere il naso se non appare una “Sexy Boy” anche perché un brano come “Mer Du Japon” col suo loop incessante, nonostante anche i cambi di volume, rindonda a lungo soavemente cosi come sembrano coccolarci gli echi vocali di “Redhead girl”.

A dir la verità, la mano di Nigel Godrich non si sente particolarmente, probabilmente proprio per la scelta stilistica di un album piu’ sobrio, pulito, senza troppe macchinazioni.

Interessanti anche le due tracce “One Hell Of A Party” e “Somewhere Between Waking And Sleeping”, vocalmente affidate a Jarvis Cocker (ex Pulp), e a Neil Hannon (Divine Comedy).

Non convince invece il primo singolo estratto “Once upon a time” dove il giro di piano cadenzato e la parte vocale suonano troppo da Air, o per meglio dire, suonano troppo come un capitolo già letto e riletto.

Nel complesso anche stavolta (ottavo album in dieci anni), il duetto francese è riuscito a tirar fuori dal cilindro o per meglio dire dal “taschino”, “sinfonie” ops, armonie davvero gradevoli.

[Steliam]

Canzoni significative: Mer Du Japon, Redhead girl , Lost Message.


Questa recensione é stata letta 2463 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



Live Reports

09/07/2004PadovaParcheggio Stadio Euganeo
19/11/2002MilanoAlcatraz

tAXI dRIVER consiglia

Depeche Mode - ExciterDepeche Mode
Exciter
New Order - Get ReadyNew Order
Get Ready