Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Jersey Shores - Akimbo (Neurot)

Ultime recensioni

Bohren & Der Club Of Gore - Patchouli BlueBohren & Der Club Of Gore
Patchouli Blue
Kirk Windstein - Dream In MotionKirk Windstein
Dream In Motion
Konvent - Puritan MasochismKonvent
Puritan Masochism
Calibro 35 - MomentumCalibro 35
Momentum
Sons - Family DinnerSons
Family Dinner
Shock Narcotic - I Have Seen The Future And It DoesnShock Narcotic
I Have Seen The Future And It Doesn't Work
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Show Me The Body - Dog WhistleShow Me The Body
Dog Whistle
Algiers - There Is No YearAlgiers
There Is No Year
The Night Watch - An Embarrassment of RichesThe Night Watch
An Embarrassment of Riches
Low Dose - Low DoseLow Dose
Low Dose
Salvation - Year Of The FlySalvation
Year Of The Fly
Lungbutter - HoneyLungbutter
Honey
Matana Roberts - Coin Coin Chapter Four MemphisMatana Roberts
Coin Coin Chapter Four Memphis
Cloud Rat - PollinatorCloud Rat
Pollinator
Cryptae - VestigialCryptae
Vestigial
Hissing Tiles - BoychoirHissing Tiles
Boychoir
Vanishing Twin - The Age Of ImmunologyVanishing Twin
The Age Of Immunology
Buildings - Negative SoundBuildings
Negative Sound
Alpha Hopper - Aloha HopperAlpha Hopper
Aloha Hopper

Akimbo - Jersey Shores
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: Neurot
Anno: 2008
Produzione: Matt Bayles
Genere: metal / alternative / postcore
Scheda autore: Akimbo



Negli ultimi quindici anni possiamo tranquillamente dire che in poche band "pesanti" non riconosciamo l'influenza fondamentale dei Melvins: che sia la chitarra grassa, i riff pachidermici, la voce cialtrona, la batteria devastante o semplicemente la follia in libertà. Neurosis, Tool, Mastodon, probabilmente le tre band "metal" più importanti degli ultimi anni hanno più volte tributato e venerato la band di Buzz Osbourne.

C'è da dire che fino all'avvento dei Big Business pochi hanno codificato in suono concreto i dettami di Houdini e Stoner Witch, generando un ipotetico sottogenere puramente melviniano. Gli Akimbo sono un'altra band, per di più seattleiana, che giocano su questa scia.

Gli Akimbo sono un terzetto di Seattle, generato nel 1998 e autori di svariati album underground tra cui gli ultimi due con la Alternative Tentacles di Jello Biafra (che li scoprì proprio in tour con i Melvins). Ora, dopo essersi guadagnati la reputazione dei Neurosis, arrivano all'esordio su Neurot catalizzando l'attenzione tra i media.

Il disco è un bel frullatore di Melvins, Jesus Lizard, Big Black, hardcore e post-rock, come se d'improvviso il post-core invece di gonfiarsi di steroidi metallosi ritornasse all'essenza sludge o come se si volesse creare un ponte fra vecchie etichette come Amphetamine Reptile e Touch & Go con la "nuova scuola" Neurot e Hydrahead.

Ad onor del vero mancano le canzoni intramontabili ma band di questo tipo vivono di spunti, di idee e di suoni. La maturità la ricercheremo più avanti...

[Dale P.]

Canzoni significative: Matawan, Lester Stillwell.

Questa recensione é stata letta 2846 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Akimbo - Navigating The BronzeAkimbo
Navigating The Bronze

tAXI dRIVER consiglia

Melvins - Hostile Ambient TakeoverMelvins
Hostile Ambient Takeover
KingKing's X
Ogre Tones
Melvins - Stoner WitchMelvins
Stoner Witch
Made Out Of Babies - CowardMade Out Of Babies
Coward
Virus - The Agent That Shapes The DesertVirus
The Agent That Shapes The Desert
Mastodon - LeviathanMastodon
Leviathan
Fantomas - The DirectorFantomas
The Director's Cut
Tool - UndertowTool
Undertow
A Perfect Circle - Mer De NomsA Perfect Circle
Mer De Noms
Royal Thunder - CVIRoyal Thunder
CVI