´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Akimbo - Jersey Shores (Neurot)

Ultime recensioni

Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem
Agriculture - AgricultureAgriculture
Agriculture
Blodet - Death MotherBlodet
Death Mother
Maggot Heart - HungerMaggot Heart
Hunger
Blood Incantation - Luminescent BridgeBlood Incantation
Luminescent Bridge
Grails - Anches En MaatGrails
Anches En Maat
Kvelertak - EndlingKvelertak
Endling
Graveyard - 6Graveyard
6
Great Falls - Objects Without PainGreat Falls
Objects Without Pain
Brad - In The Moment That YouBrad
In The Moment That You're Born
Persekutor - Snow BusinessPersekutor
Snow Business
Domkraft - Sonic MoonsDomkraft
Sonic Moons

Akimbo - Jersey Shores
Autore: Akimbo
Titolo: Jersey Shores
Etichetta: Neurot
Anno: 2008
Produzione: Matt Bayles
Genere: metal / alternative / postcore

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:




Negli ultimi quindici anni possiamo tranquillamente dire che in poche band "pesanti" non riconosciamo l'influenza fondamentale dei Melvins: che sia la chitarra grassa, i riff pachidermici, la voce cialtrona, la batteria devastante o semplicemente la follia in libertÓ. Neurosis, Tool, Mastodon, probabilmente le tre band "metal" pi¨ importanti degli ultimi anni hanno pi¨ volte tributato e venerato la band di Buzz Osbourne.

C'Ŕ da dire che fino all'avvento dei Big Business pochi hanno codificato in suono concreto i dettami di Houdini e Stoner Witch, generando un ipotetico sottogenere puramente melviniano. Gli Akimbo sono un'altra band, per di pi¨ seattleiana, che giocano su questa scia.

Gli Akimbo sono un terzetto di Seattle, generato nel 1998 e autori di svariati album underground tra cui gli ultimi due con la Alternative Tentacles di Jello Biafra (che li scoprý proprio in tour con i Melvins). Ora, dopo essersi guadagnati la reputazione dei Neurosis, arrivano all'esordio su Neurot catalizzando l'attenzione tra i media.

Il disco Ŕ un bel frullatore di Melvins, Jesus Lizard, Big Black, hardcore e post-rock, come se d'improvviso il post-core invece di gonfiarsi di steroidi metallosi ritornasse all'essenza sludge o come se si volesse creare un ponte fra vecchie etichette come Amphetamine Reptile e Touch & Go con la "nuova scuola" Neurot e Hydrahead.

Ad onor del vero mancano le canzoni intramontabili ma band di questo tipo vivono di spunti, di idee e di suoni. La maturitÓ la ricercheremo pi¨ avanti...

[Dale P.]

Canzoni significative: Matawan, Lester Stillwell.

Questa recensione Ú stata letta 3156 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Akimbo - Navigating The BronzeAkimbo
Navigating The Bronze

tAXI dRIVER consiglia

Butterfly Effect - Begins HereButterfly Effect
Begins Here
Cave In - Heavy PendulumCave In
Heavy Pendulum
AA.VV. - The Tribute to Syd Barrett - Like Black Hole In ThAA.VV.
The Tribute to Syd Barrett - Like Black Hole In Th
Poppy - I DisagreePoppy
I Disagree
Kvelertak - KvelertakKvelertak
Kvelertak
Melvins - Hostile Ambient TakeoverMelvins
Hostile Ambient Takeover
Made Out Of Babies - TrophyMade Out Of Babies
Trophy
Mastodon - RemissionMastodon
Remission
Tool - LateralusTool
Lateralus
Mastodon - Crack The SkyeMastodon
Crack The Skye