´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Aurora Consurgens - Angra (SPV)

Ultime recensioni

The Silence - Metaphysical FeedbackThe Silence
Metaphysical Feedback
Lo Pan - SubtleLo Pan
Subtle
William Duvall - One AloneWilliam Duvall
One Alone
Werian - AnimistWerian
Animist
Deathspell Omega - The Furnaces Of PalingenesiaDeathspell Omega
The Furnaces Of Palingenesia
Blut Aus Nord - HallucinogenBlut Aus Nord
Hallucinogen
30000 Monkies - Are Forever30000 Monkies
Are Forever
Idles - A Beautiful Thing Idles Live At Le BataclanIdles
A Beautiful Thing Idles Live At Le Bataclan
Om - BBC Radio 1Om
BBC Radio 1
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Hexgrafv - RitualHexgrafv
Ritual
Stew - PeopleStew
People
The Lunar Effect -  Calm Before The CalmThe Lunar Effect
Calm Before The Calm
Yung Druid - Yung DruidYung Druid
Yung Druid
Ruff Majik - TarnRuff Majik
Tarn
Green Lung - Woodland RitesGreen Lung
Woodland Rites
The Black Heart Death Cult - The Black Heart Death CultThe Black Heart Death Cult
The Black Heart Death Cult
Tropical Trash - Southern Indiana Drone FootageTropical Trash
Southern Indiana Drone Footage
Shit And Shine - Doing Drugs, Selling DrugsShit And Shine
Doing Drugs, Selling Drugs
Mammoth Weed Wizard Bastard - Yn Ol I AnnwnMammoth Weed Wizard Bastard
Yn Ol I Annwn

Angra - Aurora Consurgens
Voto:
Etichetta: SPV
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / power / heavy



E' troppo tempo che non ascoltavo gli Angra ed ora so il perchŔ.

Iniziamo col dire che il filone epic-metal-romantic-power non mi ha mai entusiasmato, nÚ per le sonoritÓ utilizzate nÚ per l'assenza estrema di gusto che, in questo caso in particolare, impera per una "buona" oretta.

Le 10 songs di " Aurora Consurgens" non sono da meno: speravo che dopo anni di carriera fossero cresciuti e si fossero accorti che incontrare draghi per la strada Ŕ sempre pi¨ difficile... ma niente. Speravo inoltre che avessero compreso di cosa avesse voglia il loro pubblico, ma i nostri amici brasiliani non sono riusciti neanche in questo.

Cosa posso aggiungere: non capisco se la batteria sia uno scherzo o meno, mentre per il basso, indico una caccia al tesoro (se lo sentite contattatemi).

Rimangono le chitarre e la voce. Tecnicamente mostrano le cose migliori ma producono anche le famose note dolenti: il ritmo e la ripetizione eccessiva dei riff Ŕ a dir poco fastidiosa soprattutto quando viene inframezzata da stacchi progressive fuori contesto e disorientanti. Per fortuna il suono Ŕ abbastanza noderno e a tratti compensa la precarietÓ complessiva.

Spiccano tra le dieci traccie dell'album "The voice commanding you", canzone dal titolo significativo caratterizzata da voci corali di dubbio gusto, "Salvation: Suicide" in cui i Guns'n'Roses si impossessano dei corpi degli Angra e la terribile ballad power-metallara "So near So far".

Speriamo che cambino sempre meno spesso formazione e riescano ad evolvere la loro scarsa vena creativa.

[ADam]

Canzoni significative: The Voice Commanding You.


Questa recensione Ú stata letta 2905 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia