Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Boyhitscar - Boyhitscar (Wind Up)

Ultime recensioni

Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Raül RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Raül Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today
The Beths - Jump Rope GazersThe Beths
Jump Rope Gazers
Hum - InletHum
Inlet
Jesu - Never EPJesu
Never EP
Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume IBell Witch
& Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I

Boyhitscar - Boyhitscar
Voto:
Anno: 2001
Produzione:
Genere: metal / nu-metal / alternative
Scheda autore: Boyhitscar



Innanzi tutto le premesse. I Boy Hits Car si formano nel lontano 1990, ma solo nel 1998 riescono ad autoprodursi il loro debutto discografico: My Animal. I tizi della Wind-Up (ormai lanciatissima come talent scout grazie alla fortunata esperienza con i Creed) si interessano a loro e finalmente pubblicano il loro secondo disco anche se in realtā č il loro debutto. Leggendo il nome dell'etichetta mi sarei aspettato l'ennesimo gruppo post-grunge che si accompagna ai Creed. Niente di pių sbagliato. Era parecchio che non ascoltavo un gruppo del genere. I Boy Hits Car suonano crossover. Ma nel vero senso del termine. Come lo intendo gruppi come System Of A Down, Puya, POD e Tool. Ovvero mescolando generi diversi come grunge, hard rock, metal e punk. Si sentono, infatti, echi di Led Zeppelin, di Pearl Jam, di At The Drive-In e di Tool. Il risultato in alcuni casi č assolutamente fantastico e mai banale. La cosa bella č che anche se di fruibilitā immediata i brani non sono mai commerciali e per questo risultano subito un gruppo con una marcia in pių. Purtroppo la qualitā non č sempre elevatissima e in alcuni casi non si riesce a trovare l'identitā precisa del gruppo persa nell'essere alternativi a tutti i costi. Sicuramente questo non č un gruppo per tutti, le sonoritā non sono spudoratamente alla moda, il cantato non č nč doppio, nč fintamente incazzato e la struttura delle canzoni non č sempre lineare. Ma questi non sono difetti. Anzi. Chi č stufo che il nu-metal sia rappresentato dai Linkin Park e dai Mudvayne si fiondi immediatamente a comprare questo disco. Per tutti gli altri consiglierei di aspettare i successivi sviluppi del gruppo. Con queste premesse rischiano di fare un terzo disco veramente imperdibile.

[Dale P.]

Canzoni significative: As I Watch The Sun Fuck The Ocean, Before We Die, I'm A Cloud

Questa recensione é stata letta 3854 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Boyhitscar - The PassageBoyhitscar
The Passage

tAXI dRIVER consiglia

AA.VV. - Spawn - The AlbumAA.VV.
Spawn - The Album
Mudvayne - The End Of All Things To ComeMudvayne
The End Of All Things To Come
Rex Devon / Family Pusher - Loudblast Split Vol5Rex Devon / Family Pusher
Loudblast Split Vol5
Mad Capsule Markets - 1997 - 2004Mad Capsule Markets
1997 - 2004
Kittie - OracleKittie
Oracle
Deftones - AdrenalineDeftones
Adrenaline
Guilty Method - TouchGuilty Method
Touch
Mad Capsule Markets - 010Mad Capsule Markets
010
Korn - IssuesKorn
Issues
Magazine Du Kakao - BazumMagazine Du Kakao
Bazum