Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental pop elettronica

Inaudito - Calomito (Megaplomb)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Calomito - Inaudito
Voto:
Etichetta: Megaplomb
Anno: 2005
Produzione:
Genere: jazz / rock / indie
Scheda autore: Calomito

MP3: Kaizer
Rutz

Compra Calomito su Taxi Driver Store


Ascolto Inaudito ed è amore a prima vista. Oltre i generi musicali. Oltre il jazz, oltre il rock, oltre l'avanguardia e la sperimentazione, perché se spesso la parola avanguardia si sposa con il concetto di intellettualismo e noia, qui al contrario siamo di fronte ad una musica che coinvolge, diverte e stupisce, da cui sgorga la voglia dei Calomito di suonare (e sul fatto che sappiano suonare non c'è dubbio alcuno) divertendosi e divertendo chi li ascolta.

Una musica che spazia a 360 gradi ma nello stesso tempo mantiene una sua linearità e un suo percorso, i cui riferimenti musicali sono da ricercare innanzitutto nell'avanguardia inglese dei primi anni settanta. Impossibile non pensare ai "post Canterburiani" Henry Cow, a cui credo i Calomito si siano in qualche modo ispirati, non so se volontariamente o involontariamente. Per approdare a sonorità più tipicamente jazz, magari alla Dave Duoglas, vecchio collaboratore del "solito" Zorn, che qui ritroviamo, più che per un'influenza musicale diretta, per il gusto della frammentazione e del divertimento quasi sadico che non ti permette di "rilassarti" su un giro o una svisa, ma rompe continuamente gli schemi e sfocia ogni momento in un'idea nuova. Tutto questo non pregiudica assolutamente il gusto dell'ascolto, anzi lo solletica e tiene sempre alta l'attenzione.

E i riferimenti agli anni settanta non significano che siamo di fronte ad un qualcosa che odora di datato. Certo, c'è un senso di deja vu in alcuni brani che inevitabilmente emerge, soprattutto per chi si è nutrito per anni di quella musica che al di la dei generi trova una sorta di filo conduttore da che parte da Zappa ed arriva al free jazz. Ma il carattere dei Calomito è attuale e moderno, ed abbastanza forte e formato da permettersi di guardare senza pudori al passato, al presente e al futuro.

I Calomito sono un sestetto con viola e violino, chitarra, sax alto e soprano, percussioni, piano Rodhes, synth e organo, basso, batteria, voci e rumori vari. Assolutamente da ascoltare e far ascoltare!

[Hectorito]


Questa recensione é stata letta 3188 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Calomito - InauditoCalomito
Inaudito
The Royal Krunk Jazz Orkestra - PyramidsThe Royal Krunk Jazz Orkestra
Pyramids
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History
The Comet Is Coming - Trust in the Lifeforce of the Deep MysteryThe Comet Is Coming
Trust in the Lifeforce of the Deep Mystery