´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Cult Of Luna - Somewhere Along The Highway (Earache)

Ultime recensioni

Show Me The Body - Trouble The WaterShow Me The Body
Trouble The Water
Upchuck - Sense YourselfUpchuck
Sense Yourself
BrÝi - Corpos TransparentesBrÝi
Corpos Transparentes
Thank - Thoughtless CrueltyThank
Thoughtless Cruelty
Petbrick - LiminalPetbrick
Liminal
Rigorous Institution - CainsmarshRigorous Institution
Cainsmarsh
Mis■yrming - Me­ HamriMis■yrming
Me­ Hamri
Ultha - All That Has Never Been TrueUltha
All That Has Never Been True
Boris - FadeBoris
Fade
Dead Cross - IIDead Cross
II
Just Mustard - Heart UnderJust Mustard
Heart Under
Otoboke Beaver - Super ChamponOtoboke Beaver
Super Champon
Caustic Casanova - Glass Enclosed Nerve CenterCaustic Casanova
Glass Enclosed Nerve Center
The Lovecraft Sextet - MiserereThe Lovecraft Sextet
Miserere
Gaerea - MirageGaerea
Mirage
Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut

Cult Of Luna - Somewhere Along The Highway
Autore: Cult Of Luna
Titolo: Somewhere Along The Highway
Etichetta: Earache
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / post-metal / sludge

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:




Qualche giorno fa stavo andando in sala prove con Shizu. La nostra saletta Ŕ in un magazzino vicino al cimitero di Staglieno. E' curioso come si scappi dalla realtÓ in cui tutti sono chiusi in un ufficio 3x3 chiudendosi in un magazzino 2x4.

Dopo aver parcheggiato il motorino, in lontananza, inizi a sentire le band. Quel giorno svettava una su tutte. Shizu comment˛ con "fighi questi, sembrano gli Isis". La mia risposta fu: "in veritÓ ricordano i Mogwai". Solita risposta stracciapalle, un po' antipatica. Ma vera.

Da lý uscý una discussione sul fatto che il genere che tanto adoriamo stia andando ad infognarsi in un suono che non ho mai apprezzato in quanto palesemente "cul de sac". Guardate i Mogwai. Sono anni che continuano a suonare la stessa canzone. Creano saliscendi "emotivi" che non portano da nessuna parte.

I Cult Of Luna sono tra le band che, crescendo, stanno eliminando la furia hardcore in favore di progressioni post-rock. La prima parte del disco Ŕ quella palesemente pi¨ riuscita. Il primo brano (o intro) sembra scappato di forza da Agaetis Byrjun dei Sigur R˛s. Una presentazione un po' estrema, non del tutto rappresentativa del sound che si troverÓ all'interno del disco. "Finland" rimane il capolavoro dell'album. 10 minuti e 50 che da soli valgono il prezzo del biglietto. Un saliscendi emotivo con incipit disperato cangiante in un atmosfera in cui le note si inseguono liberando suoni di grande gusto e fascino.

Poi il disco perde pian pianino interesse, colpa di una struttura monotona e di picchi ispirativi molto modesti. I Cult Of Luna sono una band di secondo piano rispetto a Neurosis, Isis e Mogwai e qui lo dimostrano chiaramente. Quando usciranno dalla loro scia?

[Dale P.]

Canzoni significative: Finland, Back To Chapel Town.


Questa recensione Ú stata letta 4094 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



NEWS


03/12/2012 Nuovo Brano In Streaming
25/08/2006 Brano Inedito
03/02/2006 Pronto il Successore di "Salvation"

tAXI dRIVER consiglia

Burnt By The Sun - Heart Of DarknessBurnt By The Sun
Heart Of Darkness
GGGOLDDD - This Shame Should Not Be MineGGGOLDDD
This Shame Should Not Be Mine
Spotlights - Love & DecaySpotlights
Love & Decay
Ocean, The - PrecambrianOcean, The
Precambrian
Battle Of Mice - A Day Of NightsBattle Of Mice
A Day Of Nights
Isis - PanopticonIsis
Panopticon
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Vanessa Van Basten - Psygnosis EPVanessa Van Basten
Psygnosis EP
Zu - CarboniferousZu
Carboniferous
Pelican - AustralasiaPelican
Australasia