Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

Fine Before You Came - Fine Before You Came (Black Candy)

Ultime recensioni

Wolvennest - TempleWolvennest
Temple
Capra - In TransmissionCapra
In Transmission
Arabrot - Norwegian GothicArabrot
Norwegian Gothic
Mythic Sunship - WildfireMythic Sunship
Wildfire
Tetrarch - UnstableTetrarch
Unstable
Dust Moth - Rising // SailingDust Moth
Rising // Sailing
Big Brave - VitalBig Brave
Vital
Godspeed You Black Emperor - G_dGodspeed You Black Emperor
G_d's Pee AT STATE'S END!
The Armed - UltrapopThe Armed
Ultrapop
Thronehammer - Incantation RitesThronehammer
Incantation Rites
Genghis Tron - Dream WeaponGenghis Tron
Dream Weapon
Motorpsycho - Kingdom Of OblivionMotorpsycho
Kingdom Of Oblivion
Bongzilla - WeedsconsinBongzilla
Weedsconsin
Slow Machine - Black Tide EPSlow Machine
Black Tide EP
Dvne - Etemen ÆnkaDvne
Etemen Ænka
Might - MightMight
Might
Appalooza - The Holy Of HoliesAppalooza
The Holy Of Holies
Dry Cleaning - New Long LegDry Cleaning
New Long Leg
A.A. Williams - Songs From IsolationA.A. Williams
Songs From Isolation
Concrete Ships - In ObservanceConcrete Ships
In Observance

Fine Before You Came - Fine Before You Came
Voto:
Etichetta: Black Candy
Anno: 2006
Produzione:
Genere: indie / rock / post-hardcore



Alienazione, solitudine, buio e ricerca di un spiraglio di luce, sentirsi come chiusi in una stanza, seduti nel suo centro fissando il vuoto, piangendo su ciò che aspettiamo.

Questa è la dimensione in cui il disco riesce a catapultare lo spettatore.

Questo è il terzo e miglior lavoro dei Fine Before You Came con il quale la band ha raggiunto un livello di maturità musicale, ricerca artistica, intensità e raffinatezza che classifica la loro opera tra le più interessanti della scena post punk italiana.

Unione perfetta di deciso hardcore e nostalgico post-rock, dove chitarre dolci accompagnano l’angoscia trasmessa dal cantato, ma che, quando il brano prende più volume, intervengono in modo più incisivo per rendere le sensazioni graffianti e pungenti.

Tutto ha una ritmica pulsante, senza rallentamenti, per un fluire di pensieri ed immagini generati dalle note di ogni brano. Immagini che possiamo ritrovare nel DVD, correlato al CD, intitolato I Was Fine Before You Came: un cortometraggio nato da una idea del quintetto milanese e del film-maker Antonio Rovaldi. In questo lavoro abbiamo un susseguirsi di immagini in movimento, fotografie, riprese a New York, tutto per evocare le sensazioni che il disco provoca nell’animo dell’ascoltatore più sensibile, e per ricalcare i temi principali di ogni brano.

Un lavoro completo, unione di udito e vista. Un lavoro che travolge l’ascoltatore, trascinato non solo dal potere dei suoni e delle note, ma anche dal fascino dell’immagine. Il risultato è 38 minuti e 48 secondi di nostalgia, di solitudine con se stessi, di sensazioni trainanti, di riflessioni e di pensieri senza limite di tempo e spazio…

[Gio]

Canzoni significative: Mother Goodnight.


Questa recensione é stata letta 3018 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

 AA.VV.
Loser My Religion #3
Bachi Da Pietra - Tarlo TerzoBachi Da Pietra
Tarlo Terzo
Broken Social Scene - You Forgot It In PeopleBroken Social Scene
You Forgot It In People
Blake Babies, The - God Bless The Blake BabiesBlake Babies, The
God Bless The Blake Babies
Joe Leaman - Truly Got FishinJoe Leaman
Truly Got Fishin'
Kaito - Band RedKaito
Band Red
Sleater Kinney - All Hands On The Bad OneSleater Kinney
All Hands On The Bad One
Sonic Youth - DirtySonic Youth
Dirty
Effetto Doppler - Indifferenti CieliEffetto Doppler
Indifferenti Cieli
Pixies - Complete B SidesPixies
Complete B Sides