Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

Fine Before You Came - Fine Before You Came (Black Candy)

Ultime recensioni

Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...
Primitive Man - InsurmountablePrimitive Man
Insurmountable
Come To Grief - When The World DiesCome To Grief
When The World Dies
Sirom - The Liquified Throne of SimplicitySirom
The Liquified Throne of Simplicity
Deathbell - A Nocturnal CrossingDeathbell
A Nocturnal Crossing
Wucan - Heretic TonguesWucan
Heretic Tongues
Voivod - Synchro AnarchyVoivod
Synchro Anarchy
Blut Aus Nord - Disharmonium - Undreamable AbyssesBlut Aus Nord
Disharmonium - Undreamable Abysses
Emma Ruth Rundle - EG2 Dowsing VoiceEmma Ruth Rundle
EG2 Dowsing Voice
Wyatt E. - Al Beluti DaruWyatt E.
Al Beluti Daru

Fine Before You Came - Fine Before You Came
Titolo: Fine Before You Came
Etichetta: Black Candy
Anno: 2006
Produzione:
Genere: indie / rock / post-hardcore

Voto:



Alienazione, solitudine, buio e ricerca di un spiraglio di luce, sentirsi come chiusi in una stanza, seduti nel suo centro fissando il vuoto, piangendo su ciò che aspettiamo.

Questa è la dimensione in cui il disco riesce a catapultare lo spettatore.

Questo è il terzo e miglior lavoro dei Fine Before You Came con il quale la band ha raggiunto un livello di maturità musicale, ricerca artistica, intensità e raffinatezza che classifica la loro opera tra le più interessanti della scena post punk italiana.

Unione perfetta di deciso hardcore e nostalgico post-rock, dove chitarre dolci accompagnano l’angoscia trasmessa dal cantato, ma che, quando il brano prende più volume, intervengono in modo più incisivo per rendere le sensazioni graffianti e pungenti.

Tutto ha una ritmica pulsante, senza rallentamenti, per un fluire di pensieri ed immagini generati dalle note di ogni brano. Immagini che possiamo ritrovare nel DVD, correlato al CD, intitolato I Was Fine Before You Came: un cortometraggio nato da una idea del quintetto milanese e del film-maker Antonio Rovaldi. In questo lavoro abbiamo un susseguirsi di immagini in movimento, fotografie, riprese a New York, tutto per evocare le sensazioni che il disco provoca nell’animo dell’ascoltatore più sensibile, e per ricalcare i temi principali di ogni brano.

Un lavoro completo, unione di udito e vista. Un lavoro che travolge l’ascoltatore, trascinato non solo dal potere dei suoni e delle note, ma anche dal fascino dell’immagine. Il risultato è 38 minuti e 48 secondi di nostalgia, di solitudine con se stessi, di sensazioni trainanti, di riflessioni e di pensieri senza limite di tempo e spazio…

[Gio]

Canzoni significative: Mother Goodnight.


Questa recensione é stata letta 3081 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Kills, The - Keep On Your Mean SideKills, The
Keep On Your Mean Side
Jennifer Gentle - ValendeJennifer Gentle
Valende
 Giorgio Canali
Rossofuoco
Joe Leaman - Truly Got FishinJoe Leaman
Truly Got Fishin'
Zen Circus - Doctor SeductionZen Circus
Doctor Seduction
The Murder Capital - When I Have FearsThe Murder Capital
When I Have Fears
R.E.M. - MurmurR.E.M.
Murmur
Evens, The - The EvensEvens, The
The Evens
Sleater Kinney - All Hands On The Bad OneSleater Kinney
All Hands On The Bad One
Joe Leaman - People Against LonelinessJoe Leaman
People Against Loneliness