Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  stoner post-metal post-hardcore [ metal ] grunge rock alternative

Sol Niger Within - Fredrik Thordendal's Special Defects (Relapse)


Fredrik Thordendal's Special Defects - Sol Niger Within
metal / cyber /

Voto:
Voto utenti (247):

Etichetta: Relapse
Produzione:
Anno: 1999

Scheda autore: Fredrik Thordendal's Special Defects



Se siete tra i fortunati possessori di questo disco originale tenetevelo stretto. Finchè qualche casa discografica non si degnerà di ristamparlo sarà dura trovarlo.

In questi casi vengono in aiuto Ebay e il P2P. Ma sappiate che, comunque, nessun euro entrerà nelle casse del buon Thordendal, quindi buttatevi pure sugli MP3.

Se siete qua, penso che sia inutile parlarvi di Frederick Thordendal. Quindi vi diciamo che questo "Sol Niger Within" prende i Meshuggah e li cambia di prospettiva. Come se non ci fossero filtri a limitare la strabordante genialità del chitarrista.

Il disco in questione, infatti, risulta ben più estremo del progetto madre. Potremmo definirlo una sua branchia sperimentale.

Il genere di riferimento è lo stesso: ritmi dispari, assoli fusion, comunicazione zero. Cambiano però i musicisti, e si sente. Alla batteria troviamo Morgan Agren (del giro Zappa) batterista molto diverso dall'altrettanto ottimo Tomas Haake.

In questo progetto di Thordendal, è come se i Meshuggah fossero in un contesto più vicino alla fusion più che al metal-cyber-thrash-death. Si tratta certamente di sfumature ma, i cultori, sapranno distinguire per bene le differenze fra i due progetti. Thordendal si lascia andare ad assoli straripanti di scuola Holdsworth (ma non è una novità la sua infatuazione per il geniale chitarrista) e a riff spezzati e irregolari senza soluzione di continuità.

"Sol Niger Within" è un unico flusso sonoro diviso in 30 parti (con nomi tipo "Skeletonization", "Cosmic Vagina Dentata Organ", "De Profundis", "The End Of The Beginning Of Contraction") in cui non vi basteranno le orecchie per seguire tutto quello che è racchiuso tra i solchi.

La produzione, ovviamente, mette in risalto le acrobazione tecniche della chitarra ma i più attenti potranno gustarsi finezze indiscutibili per ogni strumento.

Non dovete però fare l'errore di considerare questo disco come una dimostrazione di tecnica o come qualcosa di troppo estremo per essere capito: Thordendal riesce a trasmettere una vasta gamma di emozioni (per quanto cerca di essere il meno comunicativo possibile) rimanendo comunque in un genere di riferimento che è praticamente quello dei Meshuggah.

Non è un caso che i progetti "I" e "Catch 33" abbiano proprio "Sol Niger Within" come base di partenza.

[Maso]

Canzoni significative: tutte.

Vota Questo Disco:
Condividi


Questa recensione é stata letta 4345 volte!



tAXI dRIVER consiglia

Fredrik ThordendalFredrik Thordendal's Special Defects
Sol Niger Within