Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

High On Fire - Cometh The Storm (MNRK)

Ultime recensioni

Henrik Palm - Nerd IconHenrik Palm
Nerd Icon
Pallbearer - Mind Burns AlivePallbearer
Mind Burns Alive
Castle Rat - Into The RealmCastle Rat
Into The Realm
Uncle Acid And The Deadbeats - NellUncle Acid And The Deadbeats
Nell'Ora Blu
Harvestman - Triptych Part OneHarvestman
Triptych Part One
Big Brave - A Chaos Of FlowersBig Brave
A Chaos Of Flowers
English Teacher - This Could Be TexasEnglish Teacher
This Could Be Texas
Iron Monkey - Spleen & GoadIron Monkey
Spleen & Goad
Maruja - ConnlaMaruja
Connla's Well
Bongripper - EmptyBongripper
Empty
Melvins - Tarantula HeartMelvins
Tarantula Heart
Inter Arma - New HeavenInter Arma
New Heaven
Whores - WarWhores
War
Couch Slut - You Could Do It TonightCouch Slut
You Could Do It Tonight
Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis

High On Fire - Cometh The Storm
Autore: High On Fire
Titolo: Cometh The Storm
Etichetta: MNRK
Anno: 2024
Produzione: Kurt Ballou
Genere: metal / sludge / stoner

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Cometh The Storm





Benchè la qualità dei primi quattro dischi fosse lontana ho amato anche la "svolta major" degli High On Fire: la loro fomula è talmente ben oliata che anche con una produzione più pulita e con un'ispirazione non esagerata è difficile che propongano qualcosa di evitabile. E' però oggettivo che dischi come "The Art Of Self Defense", "Surrounded By Thieves", "Blessed Black Wings", "Death Is This Communion" siano di una pasta molto più pregiata: grezzi, marci, pieni di riff devastanti, assoli alieni e canzoni che squarciano in due le montagne. In una parola: metal.

I successivi (dal 2010 in poi) hanno avuto il merito di far crescere il rispetto nel mondo discografico mentre la fanbase non penso sia aumentata chissà di quanto. I giovani sono distratti da musica più raffinata, pulita e con suoni diametralmente opposti. E con musicisti più "carini". Ciò non toglie che finalmente nel 2018, a 20 anni dalla formazione, la band di Matt Pike abbia vinto il Grammy per la miglior performance metal. Nel mentre ci sono stati problemi di salute del frontman, l'abbandono del batterista, il covid e mille altre menate che hanno portato ognuno per la propria strada. Pike ha realizzato il disco "Pike Vs The Automaton" mentre Jeff si è unito ai Mutoid Man di Brodksy (Cave In) e Koller (Converge) per lo splendido "Mutants" e immagino si sarà divertito parecchio a suonare il basso dal vivo negli Zeke.

Menate che hanno fatto tornare alle origini le motivazioni di Pike di spaccare senza pietà. Dopo aver assunto il fenomenale batterista Coady Willis (Big Business, Melvins) se ne sono tornati ai GodCity Studio di Kurt Ballou tirando fuori quello che è un disco degno di essere affiancato a quelli degli esordi. E anche di sovrastarli per energia, idee e qualità generale. Non è quindi un semplice reboot ma una presa di coscienza: il sound degli High On Fire non è più un semplice tributo a Venom, Motorhead, Hellhammer in versione psichedelica. Quella era la base di partenza per creare gli elementi di un vascello che potesse traghettare i demoni metallici oltre la tempesta. E oggi questo vascello risponde ai comandi di "Cometh The Storm".

L'innesto di Coady è riportato tutta la voglia di dimostrare al mondo che gli High On Fire sono la miglior cosa mai successa al metal negli ultimi 25 anni.

[Dale P.]

Canzoni significative: Burning Down, Darker Fleece.


Questa recensione é stata letta 180 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

High On Fire - Blessed Black WingsHigh On Fire
Blessed Black Wings
High On Fire - Snakes For The DivineHigh On Fire
Snakes For The Divine

NEWS


16/02/2024 Nuovo Brano In Anteprima
17/08/2012 Video di Fertile Green
26/03/2012 Streaming Del Nuovo Album
29/02/2012 Nuovo Brano Online
23/02/2012 Copertina e Tracklist del Nuovo Album
06/12/2010 In Tour Con I Melvins
22/09/2010 In Italia con i Fear Factory
01/08/2009 Entrano In Studio

tAXI dRIVER consiglia

Black Cobra - ChronomegaBlack Cobra
Chronomega
Akimbo - Navigating The BronzeAkimbo
Navigating The Bronze
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Kylesa - To Walk A Middle CourseKylesa
To Walk A Middle Course
High On Fire - Snakes For The DivineHigh On Fire
Snakes For The Divine
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion
Pyrithe - Monuments to ImpermanencePyrithe
Monuments to Impermanence
Firebreather - Under A Blood MoonFirebreather
Under A Blood Moon
Gersch, The - The GerschGersch, The
The Gersch
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm