Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Puritan Masochism - Konvent (Napalm)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Konvent - Puritan Masochism
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Napalm
Anno: 2020
Produzione:
Genere: metal / doom / death metal
Scheda autore: Konvent



In un genere quasi completamente dominato da maschietti barbuti e lungocriniti una band doom/death totalmente femminile Ŕ inevitabile che susciti curiositÓ. Anche se, onestamente, Ŕ ben difficile distinguere le danesi Konvent da una band maschile: i riff saturi e duri, monolitici nel loro lento incedere e soprattutto la voce gutturale di Rikke Emilie List possono al meglio ricordare la breve esperienza dei Thorr's Hammer o, andando ancora indietro negli anni, le Mythic; ma il sound proposto in "Puritan Masochism" rietra perfettamente nel clichŔ pi¨ duro del genere.

Quindi se cercate dolcezza rivolgetevi da un'altra parte.

Fatta questa premessa Ŕ giusto analizzare la band al di lÓ del sesso: i riff oscuri di cui Ŕ composto "Puritan Masochism" sono caldi e avvolgenti al di lÓ della nordica provenienza e ricordano sia l'epicitÓ degli Yob che alcune formazioni post-metal pi¨ scure. Su tutto per˛ svetta la giÓ citata voce di Rikke quasi esagerata nel portare la band in un vortice oscuro e l'ascoltatore in un malessere praticamente istantaneo. Che, per un appassionato di doom/death, Ŕ un fattore positivo. Colpisce il particolare timbro chitarristico, iper saturo e quasi "stoner" nella sua sporcizia.

Come esordio le Konvent hanno proposto un disco di grande effetto e personalitÓ, sebbene con qualche angolo da smussare.

[Dale P.]

Canzoni significative: Puritan Masochism, Trust.


Questa recensione Ú stata letta 107 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Ramesses - Take The CurseRamesses
Take The Curse
Sleep - JerusalemSleep
Jerusalem
Blood Ceremony - The Eldritch DarkBlood Ceremony
The Eldritch Dark
Bloody Panda - SummonBloody Panda
Summon
Devil - Time To RepentDevil
Time To Repent
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Yob - AtmaYob
Atma
Obrero - Mortui Vivos DocentObrero
Mortui Vivos Docent
Jex Thoth - Jex ThothJex Thoth
Jex Thoth
Salome - TerminalSalome
Terminal