´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Puritan Masochism - Konvent (Napalm)

Ultime recensioni

Might - MightMight
Might
Appalooza - The Holy Of HoliesAppalooza
The Holy Of Holies
Dry Cleaning - New Long LegDry Cleaning
New Long Leg
A.A. Williams - Songs From IsolationA.A. Williams
Songs From Isolation
Concrete Ships - In ObservanceConcrete Ships
In Observance
Tomahawk - Tonic ImmobilityTomahawk
Tonic Immobility
Lucidvox - We AreLucidvox
We Are
Eyehategod - A History of Nomadic BehaviorEyehategod
A History of Nomadic Behavior
Really From - Really FromReally From
Really From
Shame - Drunk Tank PinkShame
Drunk Tank Pink
Worn - Human WorkWorn
Human Work
My Morning Jacket - Waterfall IIMy Morning Jacket
Waterfall II
Uada - DjinnUada
Djinn
John Carpenter - Lost Themes IIIJohn Carpenter
Lost Themes III
Constance Tomb - MCMLXXXVIIIConstance Tomb
MCMLXXXVIII
Black Country, New Road - For the First TimeBlack Country, New Road
For the First Time
Originalii - PendulumOriginalii
Pendulum
Divide And Dissolve - Gas LitDivide And Dissolve
Gas Lit
Portrayal Of Guilt - We Are Always AlonePortrayal Of Guilt
We Are Always Alone
Zola Mennan÷h - Longing for BelongingZola Mennan÷h
Longing for Belonging

Konvent - Puritan Masochism
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Napalm
Anno: 2020
Produzione:
Genere: metal / doom / death metal
Scheda autore: Konvent



In un genere quasi completamente dominato da maschietti barbuti e lungocriniti una band doom/death totalmente femminile Ŕ inevitabile che susciti curiositÓ. Anche se, onestamente, Ŕ ben difficile distinguere le danesi Konvent da una band maschile: i riff saturi e duri, monolitici nel loro lento incedere e soprattutto la voce gutturale di Rikke Emilie List possono al meglio ricordare la breve esperienza dei Thorr's Hammer o, andando ancora indietro negli anni, le Mythic; ma il sound proposto in "Puritan Masochism" rietra perfettamente nel clichŔ pi¨ duro del genere.

Quindi se cercate dolcezza rivolgetevi da un'altra parte.

Fatta questa premessa Ŕ giusto analizzare la band al di lÓ del sesso: i riff oscuri di cui Ŕ composto "Puritan Masochism" sono caldi e avvolgenti al di lÓ della nordica provenienza e ricordano sia l'epicitÓ degli Yob che alcune formazioni post-metal pi¨ scure. Su tutto per˛ svetta la giÓ citata voce di Rikke quasi esagerata nel portare la band in un vortice oscuro e l'ascoltatore in un malessere praticamente istantaneo. Che, per un appassionato di doom/death, Ŕ un fattore positivo. Colpisce il particolare timbro chitarristico, iper saturo e quasi "stoner" nella sua sporcizia.

Come esordio le Konvent hanno proposto un disco di grande effetto e personalitÓ, sebbene con qualche angolo da smussare.

[Dale P.]

Canzoni significative: Puritan Masochism, Trust.


Questa recensione Ú stata letta 230 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Unearthly Trance - ElectrocutionUnearthly Trance
Electrocution
Sleep - JerusalemSleep
Jerusalem
Devil - Time To RepentDevil
Time To Repent
Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume IBell Witch
& Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I
Jex Thoth - Jex ThothJex Thoth
Jex Thoth
Middian - Age EternalMiddian
Age Eternal
Cough - Ritual AbuseCough
Ritual Abuse
Salome - TerminalSalome
Terminal
Obrero - Mortui Vivos DocentObrero
Mortui Vivos Docent