Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Limp Bizkit - Results May Vary (Flip)

Ultime recensioni

Dead Heat - World At WarDead Heat
World At War
Irreversible Entanglements - Open The GatesIrreversible Entanglements
Open The Gates
Full Of Hell - Garden Of Burning ApparitionsFull Of Hell
Garden Of Burning Apparitions
Khemmis - DeceiverKhemmis
Deceiver
Body Void - Bury Me Beneath This Rotting EarthBody Void
Bury Me Beneath This Rotting Earth
Idles - CrawlerIdles
Crawler
Converge - Bloodmoon IConverge
Bloodmoon I
Melvins - Five Legged DogMelvins
Five Legged Dog
Bummer - Dead HorseBummer
Dead Horse
Marissa Nadler - The Path Of The CloudsMarissa Nadler
The Path Of The Clouds
Vanishing Twin - Ookii GekkouVanishing Twin
Ookii Gekkou
Year Of No Light - ConsolamentumYear Of No Light
Consolamentum
Chevelle - NiratiasChevelle
Niratias
Emma Ruth Rundle - Engine Of HellEmma Ruth Rundle
Engine Of Hell
The Bug - FireThe Bug
Fire
Nala Sinephro - Space 1.8Nala Sinephro
Space 1.8
Monolord - Your Time To ShineMonolord
Your Time To Shine
Mastodon - Hushed And GrimMastodon
Hushed And Grim
Jerusalem In My Heart - QalaqJerusalem In My Heart
Qalaq
Limp Bizkit - Still SucksLimp Bizkit
Still Sucks

Limp Bizkit - Results May Vary
Autore: Limp Bizkit
Titolo: Results May Vary
Anno: 2003
Produzione:
Genere: metal / nu-metal / hip hop

Voto:



Sia che li odiate o che li amiate parlerete del nuovo disco dei Limp Bizkit. E, a qualunque categoria voi apparteniate, il disco vi lascerà sorpresi. Piacevolmente o meno è un discorso troppo complesso da essere affrontato in una recensione. E poi chi se ne frega?? Vi racconterò le mie impressioni sul disco che, finalmente, non è l'ennesima scopiazzatura ma un piccolissimo passo avanti rispetto al genere. Certo anni fa proprio questo genere, ad ogni uscita, faceva dei passi da giganti, ma ora è già tanto così (e anche gli intoccabili Deftones hanno fatto un disco uguale agli altri!!). Solita intro (stavolta non citata come vera e propria canzone) e riffone quasi prog-metal di Mike Smith (ex Snot) e, incredibile (!!), Fred canta!!! Non facciamo in tempo a riprenderci che è già l'ora di cambiare. "Eat You Alive" (primo singolo) è una bomba! Che i nostri siano tornati ai tempi di 3 Dollar?? Sembra proprio di sì a giudicare da "Gimme The Mic" (vabbè il solito pezzo ultra tamarro alla Limp Bizkit, ma ci piacciono anche per questo!). Stiamo già per urlare al mondo che il nuovo dei Limp è una figata quando arriva il primo shock: "Underneath The Gun" parte come un pezzo dei primi Jane's Addiction per sfociare in un ritornello di facile presa. Carina ma poco elaborata. Ovvero un pochino scontata. "Down Another Day" ci ricorda che Fred si è tatuato il caro Kurt sul cuore (e penso che Cobain se ci guarda dal cielo si sia pentito del gesto fatto e voglia strozzare personalmente il cantante dei Limp. O no?). Bhè più che i Nirvana ricorda i Puddle Of Mudd e non lo prenderei come un complimento. Si riparte alla "Limp Bizkit" con "Almost Over" ed è gioia per le orecchie (almeno per i fans). "Build A Bridge" è la seconda ballatona (ma bisogna ammettere che Fred ha imparato a cantare), questa volta cita i suoi amici Staind. Un po' ruffiana ma bella. Salto "Red Light Green Light" che vede la partecipazione di Snoop Doggy Dog, solito insopportabile hip-hop. "The Only One" parte potente per poi sfociare in un ritornello melodico. Poca roba. Bello il lavoro di batteria in "Let Me Down" ma anche il brano risulta ben costruito e discretamente originale. Classicissima "Lonely World", l'ennesima Re-arranged. Mentre "Phenomenon" è uguale uguale a "Nookie". Per lo meno copiano i loro brani più belli!! "Creamer" è invece una variazione sul tema di "Nookie" (di nuovo?) parecchio riuscita. Fantastica "Head For Barricade": chitarroni ultra compressi, attitudine tamarrissima, ritornello fantastico, stacco thrash alla Anthrax. Il brano più riuscito. "Behind Blue Eyes" è la cover degli Who. Praticamente uguale all'originale (ma Daltrey è su un altro pianeta) con un inserto di scratch tanto per far divertire Dj Lethal (in realtà praticamente assente per tutto il disco). Bellissima la finale "Drown", vera perla grunge depressa cantata da Dio!! Cosa c'è che non va?? Forse la credibilità. Ormai viene difficile pensare che i Limp Bizkit non facciano tutto per un calcolato successo. Poi in qualche modo devono scontare il fatto di aver rovinato (direttamente e indirettamente) la scena nu-metal vendendola al commerciale di peggior specie. Ma se passerete oltre ai pregiudizi vi troverete tra le mani un ottimo disco, ben suonato, ben prodotto (Rick Rubin, Terry Date, Brendan O'Brien) e con buone canzoni. Che sia sincero lo scopriremo con il prossimo disco.

[Dale P.]

Canzoni significative: Eat You Alive, Gimme The Mic, Let Me Down, Head For Barricade, Drown.


Questa recensione é stata letta 4436 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Limp Bizkit - Chocolate StarfishLimp Bizkit
Chocolate Starfish
Limp Bizkit - Still SucksLimp Bizkit
Still Sucks
Limp Bizkit - The Unquestionable Truth Part 1Limp Bizkit
The Unquestionable Truth Part 1

NEWS


02/06/2011 La Copertina Di Gold Cobra
12/02/2009 Ritornano
11/04/2006 Nuovo Disco Senza Borland?
14/09/2005 Arriva il Greatest Hits

tAXI dRIVER consiglia

Korn - Life Is PeachyKorn
Life Is Peachy
 None Of Us
Twice Again
Egg - EggEgg
Egg
Dog Fashion Disco - Anarchist Of Good TasteDog Fashion Disco
Anarchist Of Good Taste
Disturbed - BelieveDisturbed
Believe
Spineshank - The Height Of CallousnessSpineshank
The Height Of Callousness
Mad Capsule Markets - 010Mad Capsule Markets
010
Mad Capsule Markets - Osc DisMad Capsule Markets
Osc Dis
System Of A Down - System Of A DownSystem Of A Down
System Of A Down
Kittie - OracleKittie
Oracle