Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental pop [ elettronica ]

Collected - Massive Attack (EMI)

Ultime recensioni

AA.VV. - Dirt ReduxAA.VV.
Dirt Redux
Fuzz - IIIFuzz
III
Porridge Radio - Every BadPorridge Radio
Every Bad
Deftones - OhmsDeftones
Ohms
Tallah - MatriphagyTallah
Matriphagy
Exhalants - AtonementsExhalants
Atonements
Lump Hammer - BeastLump Hammer
Beast
Obsidian Kingdom - Meat MachineObsidian Kingdom
Meat Machine
Gargoyl - GargoylGargoyl
Gargoyl
Anna Von Hausswolff - All Thoughts FlyAnna Von Hausswolff
All Thoughts Fly
Blues Pills - Holy Moly!Blues Pills
Holy Moly!
Sprain - As Lost Through CollisionSprain
As Lost Through Collision
Thurston Moore - By The FireThurston Moore
By The Fire
Idles - Ultra MonoIdles
Ultra Mono
Sarah Davachi - Cantus, DescantSarah Davachi
Cantus, Descant
AA.VV. - What Is This That Stands Before Me?AA.VV.
What Is This That Stands Before Me?
Deafbrick - DeafbrickDeafbrick
Deafbrick
Irreversible Entanglements - Who Sent You?Irreversible Entanglements
Who Sent You?
Jeff Parker - Suite For Max BrownJeff Parker
Suite For Max Brown
En Minor - When The Cold Truth Has Worn Its Miserable WelcomeEn Minor
When The Cold Truth Has Worn Its Miserable Welcome

Massive Attack - Collected
Voto:
Anno: 2006
Produzione:
Genere: elettronica / trip-hop /
Scheda autore: Massive Attack



Il video di "live with me", uscito a marzo, ha anticipato l'uscita di questa raccolta, alla quale seguirà, a inizio 2007, il nuovo LP che si chiamerà "Weather Underground". Nel frattempo quindi abbiamo la possibilità di ripassare per bene la lezione dei 15 anni di carriera di Del Naja e co. Collected è proposto in due edizioni: ho scelto quella limitata che oltre al greatest hits contiene un dvd/cd dual layer con tutti i video e brani inediti. Molto curata la confezione, con un booklet ricco di immagini relative agli album e al set live di 100th window: chi non ricorda il tabellone luminoso in cui scorrevano parole e numeri di un mondo dilaniato da avidità e potere? Sulla copertina si riconosce la sagoma di un teschio fatto di foglie appassite, e più in basso, il manico di un fucile, poi un elmetto. Un modo per sigillare la fine di un capitolo chiamato trip-hop, dub, rock e psichedelia. Ogni inizio comporta una fine, e quale immagine più emblematica per suggerirlo, se non il teschio (ovvero l'uomo e la sua vita cerebrale), le foglie (la stratificazione di un'esistenza); poi le armi: la guerra è un'ossessione mentale di tutti, lo è per chi la dichiara e una tragedia per chi ne è vittima. Ma i Massive Attack non sono morti. L'atmosfera è delle più strazianti, soprattutto in "Danny the dog", che è un'opaca colonna sonora perfetta per una separazione (quella tra il passato e il futuro), che conclude con oscura amarezza la raccolta di inediti. "False flags", brano d'apertura, ti abbandona in attesa di qualcosa che sta per accadere; come se si stesse per avverare una profezia. E non resta che cantare una ninna nanna malinconica, purchè sia l'ultima. Questa atmosfera penetra tutta la trama dell'album, compresi i remix: "Incantations" per "Everywhen", con il divino Horace Handy, "Black melt" per "Black milk", ipnotica come la sua cantante, Elizabeth Frazer. Due le mosche bianche: "joy luck club" è una voce dilatata, liquida; è un sospiro che si manifesta leggero e inafferrabile, ma pure ipnotico come il canto delle sirene. Interviene in seguito "I vs I", brano hip-hop vecchia scuola, che infrange e alleggerisce l'atmosfera di tormento con la sua carica aggressiva e metallica. Oltre ad avvalersi di numerosi talenti, tra cui i suindicati Handy e Frazer, Del Naja ha scelto di remixare una cover di un tributo a Marvin Gaye, cantata già all'epoca (1995)da... indovinate chi? Madonna! Che chiaramente fa una figuraccia al cospetto dei "colleghi". Sarà che la sua voce suadente-ma-non-abbastanza mi rimbomba nei timpani ogni volta che per sbaglio metto su MTV... ma avrei preferito sentire il pezzo interpretato dalla Frazer, che è capace di consegnare a chiunque la ascolti vibrazioni di un'intensità disarmante. Non si tratta dunque solo di un greatest hits, ma come si avvince dal titolo... è una collezione di tutto quello che si deve avere, ascoltare e vedere dei Massive Attack. I video infatti vantano la regia di personaggi illustri come Michel Gondry (Protection), Wiz (Inertia creeps), Jonathan Glazer (Karmacoma, Live with me). L'aspetto (audio)visivo è importantissimo in quanto offre gli strumenti espressivi di un'arte diversa dalla musica, ma che proprio dalla musica trae ispirazione. Lo scopo di questa multidisciplinarietà è di ampliare e completare gli orizzonti sonori, nonchè di arricchire la loro arte. Un'uscita prevalentemente da collezionisti ma che consiglio anche a chi apprezza i contenuti multidisciplinari e l'accuratezza del package.

[Shizu]

Canzoni significative: False Flags, Live With Me.

Questa recensione é stata letta 4445 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Massive Attack - 100th WindowMassive Attack
100th Window

Live Reports

18/07/2003TorinoPalastampa

NEWS


06/06/2006 Tour Europeo
08/02/2006 Greatest Hits e Nuovo Album

tAXI dRIVER consiglia

Massive Attack - 100th WindowMassive Attack
100th Window
Craig Armstrong - As If To NothingCraig Armstrong
As If To Nothing