Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Menace - Quake Metal (DEMO)

Ultime recensioni

Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Nebula - Transmission From Mothership EarthNebula
Transmission From Mothership Earth
Viagra Boys - Cave WorldViagra Boys
Cave World
Wormrot - HissWormrot
Hiss
London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...

Menace - Quake Metal
Titolo: Quake Metal
Anno: 2005
Produzione:
Genere: metal / heavy /

Voto:



Metal tradizionale? Rock? Speed Metal? GlamRock? I Menace sono tutto questo e qualcosa di più, perché lo fanno con lo scopo di divertire e divertirsi, almeno questo è ciò che mi hanno trasmesso e perché non dirlo.

“Quake Metal” è un mini-album autoprodotto contenente sei brani che snocciolano parafrasi Metal senza mai fermarsi: un vero e proprio ABC di chi ama questo genere e si sente a proprio agio con il chiodo anche in spiaggia.

Apprezzabili i cambi di ambientazione che rendono i vari brani piacevolmente ascoltabili: la varietà di idee è sicuramente più apprezzabile e per questo la band si differenzia positivamente da chi si basisce sulla stessa posizione per ore.

La registrazione è più che dignitosa ma con una “spinta” in più l’album poteva suonare ancora meglio: batteria e voce sono forse in primo piano rispetto alle chitarre ed il basso ma potrebbe essere una scelta ed il mio è solo un parere. Comunque non è un fatto di volumi ma di suoni.

L’album è suonato molto bene ed un plauso speciale va alla voce molto dotata.

[ADam]

Contatti: menace.rules.it

menace@rules.it

Questa recensione é stata letta 2494 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia