Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental pop [ elettronica ]

Mortiis - Spirit Of Rebellion ( Dead Seed Productions)

Ultime recensioni

The Body - & Dis Fig - Orchards of a Futile HeavenThe Body
& Dis Fig - Orchards of a Futile Heaven
Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem

Mortiis - Spirit Of Rebellion
Autore: Mortiis
Titolo: Spirit Of Rebellion
Anno: 2020
Produzione: Mortiis
Genere: elettronica / dungeon synth / ambient

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Probabilmente non ve ne siete accorti ma il 2019 è stato l'anno dell'esplosione del Dungeon Synth. I dischi usciti sono stati decine e decine e gli appassionati si sono accapparati le limitatissime cassette con ingordigia. Seguire la scena è come tornare indietro nel tempo in cui gli artisti non avevano foto e ci si scambiavano liste di misteriose uscite con nomi rocamboleschi per attirare l'attenzione. Tranquilli, questa scena è composta da poche centinaia di persone e quasi tutti gli ascoltatori sono anche musicisti. Ebbene, questa scena ha eletto Mortiis come il padrino del genere grazie a dischi come "The Song Of A Long Forgotten Ghost" che, nel 1993, diede i natali al dungeon synth. Mortiis ebbe un discreto successo anni dopo con album di industrial metal gotico ma il culto verso le prime, scarne, produzioni è talmente cresciuto da far tornare l'ex bassista degli Emperor all'interno della sua grotta e imbracciare un tastierino scassato.

Nasce così "Spirit Of Rebellion", contenente due composizioni per un totale di più di 50 minuti. Mortiis torna allo spirito minimalista dei primi dischi, con suoni a tratti lo-fi a tratti più corposi ma sempre basati sull'uso del sintetizzatore. Non c'è molto da commentare e criticare: il genere nasce come proposta d'atmosfera per partite a Dungeons & Dragons e "Spirit Of Rebellion" centra pienamente lo scopo.

Per quanto mi riguarda non posso che applaudire al ritorno di Mortiis in questa veste, molto più intensa e suggestiva rispetto alle tamarrate degli ultimi anni.

[Dale P.]

Canzoni significative: Visions Of An Ancient Future, A Dark Horizon.


Questa recensione é stata letta 459 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia