Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Universonbangaorfeo - Nippon And The Simbol (Ebria)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Nippon And The Simbol - Universonbangaorfeo
Voto:
Etichetta: Ebria
Anno: 2005
Produzione:
Genere: rock / progressive /
Scheda autore: Nippon And The Simbol



Un disco fatto di voce narrante, contrabbasso, batteria, chitarra e flauto. Quanto difficile suonare colti ed essere interessanti?? I Nippon & The Symbol vivono negli anni 70, anni in cui proporre al "popolo" musica e arte di difficile fruizione era all'ordine del giorno. Prog e Jazz si uniscono con la letteratura in questo disco che non sbagliato definire "piccola opera d'arte".

Se alla fine degli anni 70 il "popolo" si stuf di non capire l'arte e si gett nel punk, in questi anni riusciamo ad apprezzare meglio opere di questo tipo, che per loro natura si rivolgono ad una nicchia di ascoltatori. Ma allora, il ruolo delle etichette indipendenti quello di nutrire il sapere di una cerchia ristretta di "intellettuali"?

Ascoltando questo disco parrebbe proprio di s, ma, al di l delle seghe mentali, ci limitiamo a consigliare questo album proprio agli amanti del jazz-prog anni 70. Quelli che non si sono stufati di non capire, ma hanno continuato a fondo la loro ricerca. E sorrideranno quando arriveranno gli ultimi due brani, "Le Streghe Della Citt" e "Batte Botte", in cui Demetrio Stratos sembra che si sia unito a questo strano gruppo senza tempo...

[Dale P.]

Canzoni significative: Il Sangue E Il Mare, Le Streghe Della Citt.

Questa recensione stata letta 2933 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Adrian Belew - Side OneAdrian Belew
Side One
London Underground - Through A Glass DarklyLondon Underground
Through A Glass Darkly
Mars Volta - Frances The MuteMars Volta
Frances The Mute
Guapo - Black OniGuapo
Black Oni
Porcupine Tree - Fear Of A Blank PlanetPorcupine Tree
Fear Of A Blank Planet
King Crimson - In The Court Of Crimson KingKing Crimson
In The Court Of Crimson King
Grails - DoomsdayerGrails
Doomsdayer's Holiday
Area - Arbeit Macht FreiArea
Arbeit Macht Frei
Mars Volta - Tremulant EPMars Volta
Tremulant EP
Skeleton Key - ObtainiumSkeleton Key
Obtainium