´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Persekutor - Snow Business (Blues Funeral)

Ultime recensioni

Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem
Agriculture - AgricultureAgriculture
Agriculture
Blodet - Death MotherBlodet
Death Mother
Maggot Heart - HungerMaggot Heart
Hunger
Blood Incantation - Luminescent BridgeBlood Incantation
Luminescent Bridge
Grails - Anches En MaatGrails
Anches En Maat
Kvelertak - EndlingKvelertak
Endling
Graveyard - 6Graveyard
6
Great Falls - Objects Without PainGreat Falls
Objects Without Pain
Brad - In The Moment That YouBrad
In The Moment That You're Born
Persekutor - Snow BusinessPersekutor
Snow Business
Domkraft - Sonic MoonsDomkraft
Sonic Moons

Persekutor - Snow Business
Autore: Persekutor
Titolo: Snow Business
Etichetta: Blues Funeral
Anno: 2023
Produzione: Persekutor
Genere: metal / heavy / punk

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta Snow Business





Attratto dallo spettacolare logo della band e da un frontman decisamente curioso mi sono procurato il secondo lavoro dei Persekutor, scorrettissimo combo dalla Romania che dopo un esordio su Svart si Ŕ accasato presso la Blues Funeral, una delle mie etichette preferite della scena attuale. Per qualche motivo immaginavo una versione black metallara dei Mentors e devo dire che non sono andato troppo lontano. "Snow Business" si riferisce in modo decisamente esplicito all'amore verso la cocaina e le tematiche vertono pi¨ o meno su quello, oltre a storie di rock, tematiche horror e sesso. Niente di originale Ŕ vero ma se siete degli intellettuali amanti di Dwarves, Mondo Generator, Nashville Pussy, Midnight, Kvelertak e vecchiume vario assortito tipo Misfits, Motorhead, Celtic Frost, Bathory, AC/DC, Alice Cooper i Persekutor vi faranno passare una bella mezzoretta. Semplici, senza fronzoli, divertenti ma non patetici: ideali per una serata al pub.

Chiamatelo black and roll, heavy metal punk, stoner metal, sleaze black metal... ci siamo capiti.

[Dale P.]

Canzoni significative: Polar Trauma, Night Job.

Questa recensione Ú stata letta 119 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia