Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Free Violence - Reflections (Temple Of Noise)


Reflections - Free Violence
Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:

Etichetta: Temple Of Noise
Anno: 2006
Produzione:
Genere: metal / nu-metal / thrash



Fra le tonnellate di materiale che arriva da recensire può capitare di perdere dei CD in qualche buco spazio temporale. E' quello che ho pensato quando, cercando nella scrivania dei promo da recensire, è spuntato questo disco dei Reflections. Guardo la splendida copertina e mi vergogno pensando che "Free Violence" potesse essere lì da almeno 15 anni. Poi, in un attimo di lucidità, mi ricordo che invece è arrivato in redazione recentemente da parte della "Temple Of Noise".

Passano tre secondi e il CD è nel mio lettore, sapendo che una cover del genere poteva significare solo una cosa: crossover/hardcore. E così fu. Suicidal Tendencies e Faith No More sono i due nomi tutelari della band ma la personalità dei Reflections sono tali da scartare con grande furbizia i mostri sacri.

Un cantato psicotico (pattoniano senza esserne clone), un bassista virtuoso (viene in mente Trujillo), un batterista instancabile e due chitarroni belli spessi formano i Reflections (anche se la formazione è in perenne mutamento), band palermitana ma con la testa orientata alle metropoli degli States (o molto più probabilmente la violenza è sempre presente sia a New York che a Palermo che in qualsiasi città medio grande).

"Free Violence" è quello che il titolo promette. Mosh, headbanging ed air guitar, inframezzata raramente da break introspettivi (molto Faith No More) e un attitudine metal vecchio stampo (Suicidal Tendencies, Anthrax, Pantera).

Unico difetto dell'album è un songwriting non molto immediato, addirittura contorto, ma certamente riflette la personalità della band che non ricerca la fruibilità per piacere a tutti i costi.

Per il sottoscritto "Free Violence" si è rivelato una splendida sorpresa, lo stesso accadrà a voi se deciderete di dargli una possibilità. Ovviamente un acquisto obbligatorio per i nostalgici di certo metal/hardcore che tanto era in voga tra la fine degli anni 80 e l'inizio dei 90.

[Dale P.]

Canzoni significative: Shit Attitude, One Minute.


Questa recensione é stata letta 3217 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Reflections - Free ViolenceReflections
Free Violence
Mudvayne - The End Of All Things To ComeMudvayne
The End Of All Things To Come
Deftones - Around The FurDeftones
Around The Fur
Boyhitscar - The PassageBoyhitscar
The Passage
System Of A Down - ToxicitySystem Of A Down
Toxicity
Deftones - DeftonesDeftones
Deftones
Flaw - Through The EyesFlaw
Through The Eyes
Miocene - A Pefect Life With A View Of The SwampMiocene
A Pefect Life With A View Of The Swamp
Amen - WeAmen
We've Come For Your Parents
Incubus - Make YourselfIncubus
Make Yourself