Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Sepultura - Roorback (SPV)

Ultime recensioni

Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut
Dry Cleaning - StumpworkDry Cleaning
Stumpwork
Mamaleek - Diner CoffeeMamaleek
Diner Coffee
The Lord - & Petra Haden - DevotionalThe Lord
& Petra Haden - Devotional
The Pretty Reckless - Other WorldsThe Pretty Reckless
Other Worlds
Brutus - Unison LifeBrutus
Unison Life
Darkthrone - Astral FortressDarkthrone
Astral Fortress
Oxbow - Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not TodayOxbow
Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not Today
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Colour Haze - SacredColour Haze
Sacred
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising
Ken Mode - NullKen Mode
Null

Sepultura - Roorback
Autore: Sepultura
Titolo: Roorback
Etichetta: SPV
Anno: 2003
Produzione:
Genere: metal / metalcore /

Voto:



I Sepultura, dopo la dipartita di Max Cavalera, sembravano giunti ad un binario morto. L'arrivo di Derrick aveva messo un sacco di punti interrogativi sul futuro della band. Non sarebbe stato meglio sciogliersi? Per rispondere a questa domanda arriva Roorback che mette a tacere tutti. Il cambio di etichetta (da Roadrunner a SPV) deve aver giovato molto al gruppo e la svolta si sente da subito. "Come Back Alive" è la traccia d'apertura e così sia. I Sepultura del 2003 pestano come non pestavano da anni. Sono ritornati una macchina da guerra thrash/hardcore come ai primi tempi in cui i punti di riferimento erano gli Slayer. Certo, Derrick non è Max, ma è capace di spingere la band in territori più umani come possono esserlo solo i gruppi hardcore. I Sepultura ci mettono la potenza e un buon songwriting capace di rendere bene la rabbia che hanno dentro. Pezzi velocissimi si alternano a rallentamenti atmosferici in cui ci si tuffa pure nel doom (il genere più pesante e potente del mondo). Ascoltatevi il finale di "Apes Of God" e sarete certi di non avere davanti dei finti musicisti che portano avanti solo il nome cavalcando il trend odierno. I Sepultura sono tornati un gruppo di metal realmente alternativo ed quello che ci ha guadagnato di più è stata la musica e la vitalità del gruppo. Un gruppo rinato. E chissà che non ci regalino altri capolavori come Arise, Chaos A.D. e Roots!

[Dale P.]

Canzoni significative: Eat You Alive, Gimme The Mic, Let Me Down, Head For Barricade, Drown.


Questa recensione é stata letta 4272 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Sepultura - Dante XXISepultura
Dante XXI
Sepultura - QuadraSepultura
Quadra

NEWS


18/08/2006 Max e Igor Di Nuovo Assieme
14/01/2006 Igor Cavalera Lascia

tAXI dRIVER consiglia

Nora - Save YourselfNora
Save Yourself
Since By Man - A Hate Love RelationshipSince By Man
A Hate Love Relationship
A Life Once Lost - A Great ArtistA Life Once Lost
A Great Artist
Znort - 200 BpmZnort
200 Bpm
Un-kind - Hurts To The CoreUn-kind
Hurts To The Core
Sepultura - RoorbackSepultura
Roorback
Throwdown - VendettaThrowdown
Vendetta
Zao - The Fear Is What Keeps Us HereZao
The Fear Is What Keeps Us Here
 Brutal Rash
The Gyre
A Life Once Lost - HunterA Life Once Lost
Hunter