Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Use Once & Destroy - Superjoint Ritual (Sanctuary)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Superjoint Ritual - Use Once & Destroy
Voto:
Anno: 2002
Produzione:
Genere: metal / sludge /
Scheda autore: Superjoint Ritual



Iniziava già a mancarci Phil Anselmo! Dopo i Southern Isolation e il ritorno dei Down pensavamo di passare un mese senza ascoltare niente di nuovo! Scherzi a parte, Phil sembra soffrire dello stesso morbo di Mike Patton: lo sforna-gruppi-tutti-di-livello-incredibile! Mi sono avvicinato ai SR con un po' di scetticismo, credendo che dopo un disco come quello dei Down, non si potesse raggiungere un tale livello dopo appena un mese. E invece. I SR fanno uno sludge-core di scuola EyeHateGod con inserti sabbathiani e con una spruzzatina di metal super estremo di scuola norvegese. Anselmo è notevolmente ispirato e non si segnala un episodio meno riuscito di un altro! Certo, la poesia di alcuni episodi di DOWN II qui è assente ma sentire le urla liberatorie di Phil vi farà stare meglio di mille medicine. Probabilmente la storia dei Pantera è al capolinea così come avvenne anni fa con Patton e i Faith No More. Ma, sinceramente, se Phil manterrà così alti i suoi standard, non c'è che di esserne felici.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione é stata letta 5688 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Firebreather - Under A Blood MoonFirebreather
Under A Blood Moon
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Floor - DoveFloor
Dove
Akimbo - Navigating The BronzeAkimbo
Navigating The Bronze
Black Cobra - ChronomegaBlack Cobra
Chronomega
Kylesa - Spiral ShadowKylesa
Spiral Shadow
Facedowninshit - Nothing Positive Only NegativeFacedowninshit
Nothing Positive Only Negative
Mastodon - Call Of The MastodonMastodon
Call Of The Mastodon
Down - III - Over The UnderDown
III - Over The Under
Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II