Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Use Once & Destroy - Superjoint Ritual (Sanctuary)

Ultime recensioni

Moon Destroys - Maiden VoyageMoon Destroys
Maiden Voyage
Celebrity Sex Scandal - The FundamentalCelebrity Sex Scandal
The Fundamental
Thou - Emma Ruth Rundle - The Helm Of SorrowThou
Emma Ruth Rundle - The Helm Of Sorrow
Maggot Heart - Mercy MachineMaggot Heart
Mercy Machine
Gatecreeper - An Unexpected RealityGatecreeper
An Unexpected Reality
Viagra Boys - Welfare JazzViagra Boys
Welfare Jazz
Onségen Ensemble - FearOnségen Ensemble
Fear
Witchfucker - Afterhour In WalhallaWitchfucker
Afterhour In Walhalla
Dystopian Future Movies - InviolateDystopian Future Movies
Inviolate
The Necks - ThreeThe Necks
Three
Lingua Ignota - The Caligula DemosLingua Ignota
The Caligula Demos
Imperial Triumphant - AlphavilleImperial Triumphant
Alphaville
Crack Cloud - Pain OlympicsCrack Cloud
Pain Olympics
Illuminati Hotties - Free I.HIlluminati Hotties
Free I.H
Rosy Finch - ScarletRosy Finch
Scarlet
Kind - Mental NudgeKind
Mental Nudge
Atomic Bitchwax - ScorpioAtomic Bitchwax
Scorpio
Primitive Man - ImmersionPrimitive Man
Immersion
Neptunian Maximalism - EonsNeptunian Maximalism
Eons
Nova Twins - Who Are The Girls?Nova Twins
Who Are The Girls?

Superjoint Ritual - Use Once & Destroy
Voto:
Anno: 2002
Produzione:
Genere: metal / sludge /
Scheda autore: Superjoint Ritual



Iniziava già a mancarci Phil Anselmo! Dopo i Southern Isolation e il ritorno dei Down pensavamo di passare un mese senza ascoltare niente di nuovo! Scherzi a parte, Phil sembra soffrire dello stesso morbo di Mike Patton: lo sforna-gruppi-tutti-di-livello-incredibile! Mi sono avvicinato ai SR con un po' di scetticismo, credendo che dopo un disco come quello dei Down, non si potesse raggiungere un tale livello dopo appena un mese. E invece. I SR fanno uno sludge-core di scuola EyeHateGod con inserti sabbathiani e con una spruzzatina di metal super estremo di scuola norvegese. Anselmo è notevolmente ispirato e non si segnala un episodio meno riuscito di un altro! Certo, la poesia di alcuni episodi di DOWN II qui è assente ma sentire le urla liberatorie di Phil vi farà stare meglio di mille medicine. Probabilmente la storia dei Pantera è al capolinea così come avvenne anni fa con Patton e i Faith No More. Ma, sinceramente, se Phil manterrà così alti i suoi standard, non c'è che di esserne felici.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione é stata letta 5725 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Possessor - Damn The LightPossessor
Damn The Light
Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Baroness - Blue RecordBaroness
Blue Record
Time To Burn - Starting PointTime To Burn
Starting Point
Kylesa - Spiral ShadowKylesa
Spiral Shadow
Facedowninshit - Nothing Positive Only NegativeFacedowninshit
Nothing Positive Only Negative
Firebreather - Under A Blood MoonFirebreather
Under A Blood Moon
Lair Of The Minotaur - War Metal Battle MasterLair Of The Minotaur
War Metal Battle Master
Iron Monkey - Iron Monkey Our Problem BoxIron Monkey
Iron Monkey Our Problem Box
AA.VV. - Neurot Recordings IAA.VV.
Neurot Recordings I