Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

Tommy Lee - Tommyland The Ride (SPV)

Ultime recensioni

Briqueville - IIIIBriqueville
IIII
Rid Of Me - Access To The LonelyRid Of Me
Access To The Lonely
Green Lung - This Heathen LandGreen Lung
This Heathen Land
Ragana - DesolationRagana
Desolation's Flower
Reverend Kristin Michael Hayter - Saved!Reverend Kristin Michael Hayter
Saved!
Svalbard - The Weight Of The MaskSvalbard
The Weight Of The Mask
Wolves In The Throne Room - Crypt of Ancestral KnowledgeWolves In The Throne Room
Crypt of Ancestral Knowledge
Boris - & Uniform - Bright New DiseaseBoris
& Uniform - Bright New Disease
Paroxysm Unit - Fragmentation StratagemParoxysm Unit
Fragmentation Stratagem
Agriculture - AgricultureAgriculture
Agriculture
Blodet - Death MotherBlodet
Death Mother
Maggot Heart - HungerMaggot Heart
Hunger
Blood Incantation - Luminescent BridgeBlood Incantation
Luminescent Bridge
Grails - Anches En MaatGrails
Anches En Maat
Kvelertak - EndlingKvelertak
Endling
Graveyard - 6Graveyard
6
Great Falls - Objects Without PainGreat Falls
Objects Without Pain
Brad - In The Moment That YouBrad
In The Moment That You're Born
Persekutor - Snow BusinessPersekutor
Snow Business
Domkraft - Sonic MoonsDomkraft
Sonic Moons

Tommy Lee - Tommyland The Ride
Titolo: Tommyland The Ride
Etichetta: SPV
Anno: 2006
Produzione:
Genere: rock / alternative /

Voto:



Ridendo e scherzando saranno quindici anni che Tommy Lee sulla cresta dell'onda. In principio con i glam-metallari Motley Crue (di cui era batterista), poi come marito superdotato della bagnina Pamela Anderson (con lo storico video amatoriale, vero e proprio simbolo dei primi anni di internet per le masse), infine rapper-metallaro con i Methods Of Mayhem (di cui noi italiani non scorderemo mai le bottigliate al Gods Of Metal).

Il segreto di Tommy Lee probabilmente quello di essere molto scaltro e attento ai fenomeni di massa. La sua figura il clich del rocker come viene descritto nelle riviste patinate. Sesso, droga e, infine, rock'n'roll; in ordine di importanza.

"Tommyland: The Ride" l'ennesima rinascita artistica. Pieno di ospiti (Dave Navarro, Chad Kroeger, Butch Walker, Nick Carter, Matt Sorum, eccettera: impossibile citarli tutti) la trasposizione del tipico sound rockfm americano: dal post-grunge filo Nickelback/Staind al pop-emo-punk stile Good Charlotte. Quel che stupisce che il prodotto si lascia ascoltare pi che degnamente e risulta meno insopportabile di mezzora di tipica radio rock. La furbizia di Tommy paga e tutto il mestiere imparato lo usa non per creare un prodotto di grande caratura artistica (ma nessuno glielo ha mai chiesto) ma per divertirsi suonando e cantando.

Un prodotto perfetto per i viaggi in macchina o come sottofondo, ma com' che non riesco a toglierlo dal lettore?

[Dale P.]

Canzoni significative: Sister Mary, Hello Again.

Questa recensione stata letta 4502 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

White Stripes - ElephantWhite Stripes
Elephant
Santo Niente - Occhiali Scuri Al Mattino EPSanto Niente
Occhiali Scuri Al Mattino EP
Afterhours - Siam Tre Piccoli PorcellinAfterhours
Siam Tre Piccoli Porcellin
Just Mustard - Heart UnderJust Mustard
Heart Under
Lingua - All My Rivals Are Imaginary GhostLingua
All My Rivals Are Imaginary Ghost
Mudhoney - Since WeMudhoney
Since We've Become Translucent
Dredg - El CieloDredg
El Cielo
White Stripes - White Blood CellsWhite Stripes
White Blood Cells
Amplifier - The OctopusAmplifier
The Octopus
Jasminshock - 2monkeys Fighting For A BananaJasminshock
2monkeys Fighting For A Banana