Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

My New Lifestyle - Uber (From Scratch)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Uber - My New Lifestyle
Voto:
Etichetta: From Scratch
Anno: 2005
Produzione:
Genere: indie / noise /
Scheda autore: Uber



Quando si deve giudicare un disco, spesso, ci si dimentica che non si vive di soli capolavori. Il problema principale del recensore è mettersi nei panni di coloro che il disco lo comprano e che non vogliono buttar via i soldi.

Gli Uber sono però una band che dalle coordinate sonore si mettono nel schiera dei dischi "solo per i fan del genere". Ed è un genere di nicchia: post-math-jazz-indie-rock.

Quindi ai fan del genere ancora prima di iniziare a parlare dell'album consigliamo l'acquisto più o meno a scatola chiusa. Per tutti gli altri sarebbe d'uopo spiegarvi in cosa consiste questo "My New Lifestile".

Tutto il disco consiste in arpeggi ripetuti all'infinito con un cantato perennemente stonato e fastidioso. Ma è l'intenzione che si percepisce tra i solchi: la destrutturazione della forma in un contesto rock (ma sarebbe più esatto dire indie-rock).

Non c'è un obiettivo prefissato quando la canzone parte. Spesso finisce come è iniziata: nell'immobilità totale. Ancor più spesso ci si trova in mondi paralleli senza un perchè (e ce lo chiediamo perchè la canzone è praticamente sempre la stessa!!). Spesso ancora veniamo rapiti da trovate meravigliosamente affascinanti (come l'uso dei fiati).

Un disco non facile, e sicuramente con dei difetti meravigliosamente vistosi, adatto ai cultori e ai curiosi. Ma se volete un disco che unisce Slint, Pavement, Pastels, Captain Beefheart, Old Time Relijiun, Tortoise (prendete i riferimenti un po' alla buona però!) questo disco fa per voi!

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.

Questa recensione é stata letta 2465 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Rosolina Mar - Rosolina MarRosolina Mar
Rosolina Mar