Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Deathspell Omega - The Furnaces Of Palingenesia (Norma Evangelium Diaboli)

Ultime recensioni

Oneida - Expensive AirOneida
Expensive Air
Scarcity - The Promise of RainScarcity
The Promise of Rain
Sonic Universe - It Is What It IsSonic Universe
It Is What It Is
Orange Goblin - Science Not FictionOrange Goblin
Science Not Fiction
Crypt Sermon - The Stygian RoseCrypt Sermon
The Stygian Rose
Shooting Daggers - Love & RageShooting Daggers
Love & Rage
Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains

Deathspell Omega - The Furnaces Of Palingenesia
Autore: Deathspell Omega
Titolo: The Furnaces Of Palingenesia
Anno: 2019
Produzione:
Genere: metal / black metal / avantgarde

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Da sempre i Deathspell Omega sono la perfetta colonna sonora per l’apocalisse, la fine di ogni speranza, l’assenza totale di pietà e compatimento. Filosofia satanica e misantropica al suo apice.

A differenza dei connazionali Blut Aus Nord, le coordinate dei Deathspell Omega rimangono grosso modo sempre le stesse con cascate di riff dissonanti, arpeggi sinistri, suoni di chitarra acidi (quasi industrial) e ritmiche allucinate (uno dei tanti punti di forza della band).

Si passa dalle meravigliose sfuriate di “The Fires Of Frustation” o “Imitatio Dei”, all’incedere malato e disperato di “Ad Arma! Ad Arma!” e “1523” . Se li conoscete, sapete benissimo che un disco dei Deathspell Omega non è un’opera facile: le intricate trame chitarristiche vanno fatte sedimentare nella propria testa, ma ascolto dopo ascolto il dipinto nero si dipana davanti agli occhi in tutta la sua magnificenza e ricchezza di dettagli.

La solita ottima interpretazione vocale di Mikko Aspa si chiude sulla lugubre e decadente “ballad” finale “You Cannot Even Find The Ruins…”, degno finale dell’ennesimo capolavoro targato Deathspell Omega.

Il disco è stato registrato live in analogico e questo, pur rendendo la produzione non pulitissima, regala un feeling spettacolare a tutto il lavoro che va ad arricchire la discografia di una delle più grandi band dell’odierno metal estremo.

[Francesco Traverso]

Canzoni significative: Neither Meaning Or Justice, The Fires Of Frustration, Imitatio Dei, Renegade Ashes, You Cannot Even Find The Ruins…


Questa recensione é stata letta 578 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Deathspell Omega - ParacletusDeathspell Omega
Paracletus
Deathspell Omega - The Long DefeatDeathspell Omega
The Long Defeat

tAXI dRIVER consiglia

krvvla - Xkrvvla
X
Oranssi Pazuzu - KosmonumentOranssi Pazuzu
Kosmonument
Devil Master - Satan Spits on Children of LightDevil Master
Satan Spits on Children of Light
Liturgy - AesthethicaLiturgy
Aesthethica
Liturgy - H.A.Q.Q.Liturgy
H.A.Q.Q.
Wolves In The Throne Room - Primordial ArcanaWolves In The Throne Room
Primordial Arcana
Agriculture - AgricultureAgriculture
Agriculture
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Bríi - Sem PropósitoBríi
Sem Propósito
Zeal & Ardor - Zeal & ArdorZeal & Ardor
Zeal & Ardor