´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Persekutor - Snow Business (Blues Funeral)

Ultime recensioni

Shooting Daggers - Love & RageShooting Daggers
Love & Rage
Galg - TeloorgangGalg
Teloorgang
Haunted Plasma - IHaunted Plasma
I
Louvado Abismo - Louvado AbismoLouvado Abismo
Louvado Abismo
Ulcerate - Cutting The Throat Of GodUlcerate
Cutting The Throat Of God
Sumac - The HealerSumac
The Healer
Uboa - Impossible LightUboa
Impossible Light
The Obsessed - Gilded SorrowThe Obsessed
Gilded Sorrow
The Crypt - The CryptThe Crypt
The Crypt
Gnod - Spot LandGnod
Spot Land
Greenleaf - The Head And The HabitGreenleaf
The Head And The Habit
Robot God - Portal WithinRobot God
Portal Within
Earth Tongue - Great HauntingEarth Tongue
Great Haunting
Darkthrone - It Beckons Us AllDarkthrone
It Beckons Us All
Shellac - To All TrainsShellac
To All Trains
Julie Christmas - Ridiculous And Full Of BloodJulie Christmas
Ridiculous And Full Of Blood
Dodsrit - Nocturnal WillDodsrit
Nocturnal Will
Black Pyramid - The Paths Of Time Are VastBlack Pyramid
The Paths Of Time Are Vast
Fu Manchu - The Return Of TomorrowFu Manchu
The Return Of Tomorrow
Insect Ark - Raw Blood SingingInsect Ark
Raw Blood Singing

Persekutor - Snow Business
Autore: Persekutor
Titolo: Snow Business
Etichetta: Blues Funeral
Anno: 2023
Produzione: Persekutor
Genere: metal / heavy / punk

Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:



Ascolta Snow Business





Attratto dallo spettacolare logo della band e da un frontman decisamente curioso mi sono procurato il secondo lavoro dei Persekutor, scorrettissimo combo dalla Romania che dopo un esordio su Svart si Ŕ accasato presso la Blues Funeral, una delle mie etichette preferite della scena attuale. Per qualche motivo immaginavo una versione black metallara dei Mentors e devo dire che non sono andato troppo lontano. "Snow Business" si riferisce in modo decisamente esplicito all'amore verso la cocaina e le tematiche vertono pi¨ o meno su quello, oltre a storie di rock, tematiche horror e sesso. Niente di originale Ŕ vero ma se siete degli intellettuali amanti di Dwarves, Mondo Generator, Nashville Pussy, Midnight, Kvelertak e vecchiume vario assortito tipo Misfits, Motorhead, Celtic Frost, Bathory, AC/DC, Alice Cooper i Persekutor vi faranno passare una bella mezzoretta. Semplici, senza fronzoli, divertenti ma non patetici: ideali per una serata al pub.

Chiamatelo black and roll, heavy metal punk, stoner metal, sleaze black metal... ci siamo capiti.

[Dale P.]

Canzoni significative: Polar Trauma, Night Job.

Questa recensione Ú stata letta 319 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia