´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  [ rock ] metal punk indie experimental pop elettronica

AA.VV. - Give The People What We Want (Sub Pop)

Ultime recensioni

Returning - SeverenceReturning
Severence
Sandrider - EnveletrationSandrider
Enveletration
Big Brave - Nature MorteBig Brave
Nature Morte
Eunoia - Psyop of the YearEunoia
Psyop of the Year
Ciemra - The Tread Of DarknessCiemra
The Tread Of Darkness
Sisteria - Dark MatterSisteria
Dark Matter
... And Oceans - As In Gardens, So In Tombs... And Oceans
As In Gardens, So In Tombs
Show Me The Body - Trouble The WaterShow Me The Body
Trouble The Water
Upchuck - Sense YourselfUpchuck
Sense Yourself
BrÝi - Corpos TransparentesBrÝi
Corpos Transparentes
Thank - Thoughtless CrueltyThank
Thoughtless Cruelty
Petbrick - LiminalPetbrick
Liminal
Rigorous Institution - CainsmarshRigorous Institution
Cainsmarsh
Mis■yrming - Me­ HamriMis■yrming
Me­ Hamri
Ultha - All That Has Never Been TrueUltha
All That Has Never Been True
Boris - FadeBoris
Fade
Dead Cross - IIDead Cross
II
Just Mustard - Heart UnderJust Mustard
Heart Under
Otoboke Beaver - Super ChamponOtoboke Beaver
Super Champon
Caustic Casanova - Glass Enclosed Nerve CenterCaustic Casanova
Glass Enclosed Nerve Center

AA.VV. - Give The People What We Want
Titolo: Give The People What We Want
Etichetta: Sub Pop
Anno: 2001
Produzione:
Genere: rock / tributo /

Voto:



Faccio una premessa. A me i Kinks non hanno mai detto niente. Ho ascoltato qualcosa ma non mi hanno mai fatto scattare la molla. Ho acquistato questa compilation per pochi semplici motivi: Ŕ firmata Sub Pop, ci sono i Mudhoney e i Fastbacks. Per me Ŕ un ottimo motivo per spendere 40mila lire (o l'equivalente in Euro) ma non so per quanti varrÓ lo stesso. Vi posso dire che questo Ŕ un classico tributo "minore" fatto da una casa discografica per far uscire la tipica compilation dei propri gruppi. L'unica differenza che, invece di fare canzoni proprie, i nostri si cimentano con cover dei Kinks. Gli apici del disco sono essenzialmente due: Mark Lanegan che si cimenta in una "Nothin In The World Can Stop Me Worryin' Bout That Girl" da applausi e i Mudhoney nella rockeggiante "Who Will Be The Nex In Line" riascoltata recentemente dai Queens Of The Stone Age. Per il resto il CD scorre via con interventi di C Average, Young Fresh Fellow, Fallouts, Murder City Devils, Love As Laughter, Fastbacks, Minus 5 e altri misconosciuti gruppi che eseguono le cover con dignitÓ e poco pi¨. Solo per fan.

[Dale P.]

Questa recensione Ú stata letta 2811 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

 AA.VV.
Vegetable Man Project
AA.VV. - Alpha MotherfuckersAA.VV.
Alpha Motherfuckers
AA.VV. - WeAA.VV.
We're A Happy Family
AA.VV. - Nativity In BlackAA.VV.
Nativity In Black
 AA.VV.
Non Pi¨ I Cadaveri Dei Soldati
AA.VV. - We Reach The Music Of The MelvinsAA.VV.
We Reach The Music Of The Melvins