Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk indie experimental pop [ elettronica ]

Alec Empire - Futurist (Digital Hardcore)

Ultime recensioni

Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Nebula - Transmission From Mothership EarthNebula
Transmission From Mothership Earth
Viagra Boys - Cave WorldViagra Boys
Cave World
Wormrot - HissWormrot
Hiss
London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention
Stöner - Totally...Stöner
Totally...

Alec Empire - Futurist
Autore: Alec Empire
Titolo: Futurist
Anno: 2005
Produzione:
Genere: elettronica / rock /

Voto:



Che Alec Empire senza gli Atari Teenage Riot non valga niente ce lo conferma questo terribile "Futurist". Ovvero come spacciare la mancanza di idee per punk rock.

Alec, che deve essere uno che di musica se ne capisce, ha fatto la furbata di prendere una chitarra, suonare un po' di bicordi, filtrare la voce e inserire batteria ed effettacci da circo. Poi nelle interviste parla di punk-rock, di essenzialità e cazzate varie.

La verità è che questo disco lo poteva fare chiunque nella propria cameretta ma nessuno ha mai avuto il pessimo gusto di farlo. Dopo la prima canzone i Bad Religion vi sembreranno un gruppo prog, i Nine Inch Nails dei marziani e i Rammstein un gruppo grind. Ma continuando nell'ascolto del disco l'unica impressione è che Alec voglia solo gridare. Legittimo. Ma che si trovi un gruppo che gli scriva le canzoni..

Da evitare.

[Dale P.]

Canzoni significative: Gotta Get Out.

Questa recensione é stata letta 3936 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Low - Hey WhatLow
Hey What
Ho99o9 - SkinHo99o9
Skin