´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  [ rock ] metal punk indie experimental elettronica

Mirrored - Battles (Warp)


Battles - Mirrored
rock / post-rock / mathrock

Voto:
Produzione:
Tecnica:

Voto utenti (228):

Produzione:
Anno: 2007

Scheda autore: Battles



Finalmente l'intellighenzia rock ha pubblicato il tanto atteso esordio. John Stainer, secco batterista di Helmet e Tomahawk, in compagnia di Ian Williams, dissonante chitarrista di Don Caballero e Storm & Stress, sono il fulcro di questa band completata da David Konopka e Tyonday Braxton, figlio del jazzista Anthony Braxton.

Mirrored Ŕ un disco spietato nel suo mettere in mostra la propria superioritÓ rispetto al resto del mondo. Prendiamo "Atlas", ormai diventato tormentone da Mtv, nel suo incedere unisce Kraftwerk, Residence, Can e Daft Punk in un lungo mantra ballabile senza avere nessuna delle caratteristiche del tormentone da dancefloor.

Ma Ŕ senza dubbio maggiormente interessante il proseguo del disco, incapace di tenere una direzione banale e telefonata. I Battles si impossessano del podio per diventare i King Crimson dell'"indie"; coraggiosi nel saper gestire tecnica, idee e luciditÓ perseguendo intuizioni fin qui inedite, spesso da applauso a scena aperta.

E che dire del sapiente uso di suoni ed effetti, in grado di far suonare la band come fosse composta da il doppio degli elementi senza ricorrere in inutili orchestrazioni ma arricchendo pian pianino il sound di dissonanze, passaggi arditi, piccole sfumature come fossero leggeri pennellate ma che rendono nell'insieme il quadro un'opera originale ed emozionante?

Consiglio a tutti di avvicinarsi al disco con orecchie curiose, senza timore di trovare qualcosa di troppo ostico. La band Ŕ capace di scrivere grandi pezzi a prescindere dall'uso (sempre efficace e mai stucchevole) della propria capacitÓ tecnica.

"Mirrored" Ŕ un disco talmente grande da non poter essere considerabile neanche seminale, in quanto irripetibile e spesso impalpabile nelle intuizioni. E' un opera d'arte che va inserita di prepotenza fra i migliori dischi di questi anni, e associabile giÓ adesso a dischi importanti come quelli di (per esempio) Slint e Tortoise.

Non ascoltarlo sarebbe un delitto per voi stessi. Come chiudere gli occhi al cospetto della Gioconda.

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte.


Vota Questo Disco:

Questa recensione Ú stata letta 4223 volte!



tAXI dRIVER consiglia

*Shels - Plains Of The Purple Buffalo*Shels
Plains Of The Purple Buffalo
Battles - MirroredBattles
Mirrored
Nadja - AutopergameneNadja
Autopergamene
Slint - SpiderlandSlint
Spiderland
Sigur Ros - Me­ Su­ I Eyrum Vi­ Spilum EndalaustSigur Ros
Me­ Su­ I Eyrum Vi­ Spilum Endalaust
65 Days Of Static - One Time For All Time65 Days Of Static
One Time For All Time
Grails - Deep PoliticsGrails
Deep Politics
Red Sparowes - At The Soundless DawnRed Sparowes
At The Soundless Dawn
Low - Things We Lost In The FireLow
Things We Lost In The Fire
Red Sparowes - Every Red Heart Shines Toward the Red SunRed Sparowes
Every Red Heart Shines Toward the Red Sun