´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Be Your Own Pet - Be Your Own Pet (XL)

Ultime recensioni

Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut
Dry Cleaning - StumpworkDry Cleaning
Stumpwork
Mamaleek - Diner CoffeeMamaleek
Diner Coffee
The Lord - & Petra Haden - DevotionalThe Lord
& Petra Haden - Devotional
The Pretty Reckless - Other WorldsThe Pretty Reckless
Other Worlds
Brutus - Unison LifeBrutus
Unison Life
Darkthrone - Astral FortressDarkthrone
Astral Fortress
Oxbow - Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not TodayOxbow
Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not Today
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Colour Haze - SacredColour Haze
Sacred
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising
Ken Mode - NullKen Mode
Null

Be Your Own Pet - Be Your Own Pet
Autore: Be Your Own Pet
Titolo: Be Your Own Pet
Etichetta: XL
Anno: 2006
Produzione:
Genere: punk / rock / alternative

Voto:

MP3: We Will Vacation


Cosa distingue un buon gruppo da uno di successo? L'immagine.

I "Be Your Own Pet" sono un buon gruppo con un immagine da urlo. In pi¨ sono giovanissimi, quindi puri. Non si vergognano a citare come influenze Yeah Yeah Yeahs, Black Flag, Bikini Kill, Sonic Youth e Von Bondies. Non si vergognano perchŔ Ŕ vero. Non si vergognano a coverizzare un pezzo dei Queen in una compilation tributo (Bycicle Race). Non si vergognano perchŔ l'hanno destrutturizzata con grande classe. E inconsapevolezza.

L'incosapevolezza di questa band, che potrÓ sciogliersi nel giro di un tour o diventare grande come gli U2, Ŕ da gustare in ogni sua espressione. Le urla grintose di Jemina Pearl Abegg (e anche i nomi sono fighi) trascinanti come da anni non capita di sentire, i beat scartolati Jamin Orrall, la chitarra indemoniata di Jonas Stein e il basso che cerca di fare da collante di Nathan Vasquez, sosia adolescente di King Buzzo.

E' inutile girarci intorno, questo disco ha la stessa classe ubriaca del primo dei Libertines, di certe cose di Jon Spencer (sicuramente non le ultime) e suona come dovrebbe suonare il rock se non fossimo sommersi da fighetti che pensano a far ballare le ragazze. Le ragazze dovrebbero ascoltare i Be Your Own Pet e capire che dovrebbero smetterla di trastrullarsi con i Franz Ferdinand e i loro numerosi cloni.

I Be Your Own Pet non saranno una band che rivoluzionerÓ la musica ma Ŕ senz'altro quell'aria fresca che ci mancava da tempo. 28 minuti a cui non dovreste dire di no!

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte

Questa recensione Ú stata letta 5729 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Be Your Own Pet - Get AwkwardBe Your Own Pet
Get Awkward

tAXI dRIVER consiglia

Otoboke Beaver - Itekoma HitsOtoboke Beaver
Itekoma Hits
Be Your Own Pet - Be Your Own PetBe Your Own Pet
Be Your Own Pet
AA.VV. - Wynona Sampler 2003AA.VV.
Wynona Sampler 2003
Stooges, The - FunhouseStooges, The
Funhouse
Ramones - RamonesRamones
Ramones
Montecristo - MontecristoMontecristo
Montecristo
Stooges, The - The StoogesStooges, The
The Stooges
Clash - London CallingClash
London Calling
Donnas - Turn 21Donnas
Turn 21
Distillers, The - Sing Sing Death HouseDistillers, The
Sing Sing Death House