´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Be Your Own Pet - Be Your Own Pet (XL)

Ultime recensioni

Afsky - Om hundrede ňrAfsky
Om hundrede ňr
Acid King - Beyond VisionAcid King
Beyond Vision
Screaming Females - Desire PathwayScreaming Females
Desire Pathway
Oozing Wound - Cathers The CowardOozing Wound
Cathers The Coward
Returning - SeverenceReturning
Severence
Sandrider - EnveletrationSandrider
Enveletration
Big Brave - Nature MorteBig Brave
Nature Morte
Eunoia - Psyop of the YearEunoia
Psyop of the Year
Ciemra - The Tread Of DarknessCiemra
The Tread Of Darkness
Sisteria - Dark MatterSisteria
Dark Matter
... And Oceans - As In Gardens, So In Tombs... And Oceans
As In Gardens, So In Tombs
Show Me The Body - Trouble The WaterShow Me The Body
Trouble The Water
Upchuck - Sense YourselfUpchuck
Sense Yourself
BrÝi - Corpos TransparentesBrÝi
Corpos Transparentes
Thank - Thoughtless CrueltyThank
Thoughtless Cruelty
Petbrick - LiminalPetbrick
Liminal
Rigorous Institution - CainsmarshRigorous Institution
Cainsmarsh
Mis■yrming - Me­ HamriMis■yrming
Me­ Hamri
Ultha - All That Has Never Been TrueUltha
All That Has Never Been True
Boris - FadeBoris
Fade

Be Your Own Pet - Be Your Own Pet
Autore: Be Your Own Pet
Titolo: Be Your Own Pet
Etichetta: XL
Anno: 2006
Produzione:
Genere: punk / rock / alternative

Voto:

MP3: We Will Vacation


Cosa distingue un buon gruppo da uno di successo? L'immagine.

I "Be Your Own Pet" sono un buon gruppo con un immagine da urlo. In pi¨ sono giovanissimi, quindi puri. Non si vergognano a citare come influenze Yeah Yeah Yeahs, Black Flag, Bikini Kill, Sonic Youth e Von Bondies. Non si vergognano perchŔ Ŕ vero. Non si vergognano a coverizzare un pezzo dei Queen in una compilation tributo (Bycicle Race). Non si vergognano perchŔ l'hanno destrutturizzata con grande classe. E inconsapevolezza.

L'incosapevolezza di questa band, che potrÓ sciogliersi nel giro di un tour o diventare grande come gli U2, Ŕ da gustare in ogni sua espressione. Le urla grintose di Jemina Pearl Abegg (e anche i nomi sono fighi) trascinanti come da anni non capita di sentire, i beat scartolati Jamin Orrall, la chitarra indemoniata di Jonas Stein e il basso che cerca di fare da collante di Nathan Vasquez, sosia adolescente di King Buzzo.

E' inutile girarci intorno, questo disco ha la stessa classe ubriaca del primo dei Libertines, di certe cose di Jon Spencer (sicuramente non le ultime) e suona come dovrebbe suonare il rock se non fossimo sommersi da fighetti che pensano a far ballare le ragazze. Le ragazze dovrebbero ascoltare i Be Your Own Pet e capire che dovrebbero smetterla di trastrullarsi con i Franz Ferdinand e i loro numerosi cloni.

I Be Your Own Pet non saranno una band che rivoluzionerÓ la musica ma Ŕ senz'altro quell'aria fresca che ci mancava da tempo. 28 minuti a cui non dovreste dire di no!

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte

Questa recensione Ú stata letta 5754 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Be Your Own Pet - Get AwkwardBe Your Own Pet
Get Awkward

tAXI dRIVER consiglia

Montecristo - MontecristoMontecristo
Montecristo
Clash - London CallingClash
London Calling
Deadwalk, The - Super Boring MusicDeadwalk, The
Super Boring Music
Ramones - RamonesRamones
Ramones
Otoboke Beaver - Super ChamponOtoboke Beaver
Super Champon
Stooges, The - The StoogesStooges, The
The Stooges
Be Your Own Pet - Be Your Own PetBe Your Own Pet
Be Your Own Pet
Distillers, The - Coral FangDistillers, The
Coral Fang
Stooges, The - FunhouseStooges, The
Funhouse
Rancid - RancidRancid
Rancid