Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Be Your Own Pet - Be Your Own Pet (XL)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Be Your Own Pet - Be Your Own Pet
Voto:
Anno: 2006
Produzione:
Genere: punk / rock / alternative
Scheda autore: Be Your Own Pet

MP3: We Will Vacation


Cosa distingue un buon gruppo da uno di successo? L'immagine.

I "Be Your Own Pet" sono un buon gruppo con un immagine da urlo. In pi¨ sono giovanissimi, quindi puri. Non si vergognano a citare come influenze Yeah Yeah Yeahs, Black Flag, Bikini Kill, Sonic Youth e Von Bondies. Non si vergognano perchŔ Ŕ vero. Non si vergognano a coverizzare un pezzo dei Queen in una compilation tributo (Bycicle Race). Non si vergognano perchŔ l'hanno destrutturizzata con grande classe. E inconsapevolezza.

L'incosapevolezza di questa band, che potrÓ sciogliersi nel giro di un tour o diventare grande come gli U2, Ŕ da gustare in ogni sua espressione. Le urla grintose di Jemina Pearl Abegg (e anche i nomi sono fighi) trascinanti come da anni non capita di sentire, i beat scartolati Jamin Orrall, la chitarra indemoniata di Jonas Stein e il basso che cerca di fare da collante di Nathan Vasquez, sosia adolescente di King Buzzo.

E' inutile girarci intorno, questo disco ha la stessa classe ubriaca del primo dei Libertines, di certe cose di Jon Spencer (sicuramente non le ultime) e suona come dovrebbe suonare il rock se non fossimo sommersi da fighetti che pensano a far ballare le ragazze. Le ragazze dovrebbero ascoltare i Be Your Own Pet e capire che dovrebbero smetterla di trastrullarsi con i Franz Ferdinand e i loro numerosi cloni.

I Be Your Own Pet non saranno una band che rivoluzionerÓ la musica ma Ŕ senz'altro quell'aria fresca che ci mancava da tempo. 28 minuti a cui non dovreste dire di no!

[Dale P.]

Canzoni significative: tutte

Questa recensione Ú stata letta 5501 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Be Your Own Pet - Get AwkwardBe Your Own Pet
Get Awkward

tAXI dRIVER consiglia

Stooges, The - The StoogesStooges, The
The Stooges
Chubby And The Gang - Speed KillsChubby And The Gang
Speed Kills
Donnas - Turn 21Donnas
Turn 21
Clash - London CallingClash
London Calling
Montecristo - MontecristoMontecristo
Montecristo
Ramones - RamonesRamones
Ramones
Rancid - RancidRancid
Rancid
Distillers, The - Coral FangDistillers, The
Coral Fang
Be Your Own Pet - Be Your Own PetBe Your Own Pet
Be Your Own Pet
Deadwalk, The - Super Boring MusicDeadwalk, The
Super Boring Music