Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I (Profound Lore)

Ultime recensioni

Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis
Brat - Social GraceBrat
Social Grace
Gouge Away - Deep SageGouge Away
Deep Sage
The Body - & Dis Fig - Orchards of a Futile HeavenThe Body
& Dis Fig - Orchards of a Futile Heaven
Chelsea Wolfe - She Reaches Out To She Reaches Out To SheChelsea Wolfe
She Reaches Out To She Reaches Out To She
Matt Cameron - Gory Scorch CretinsMatt Cameron
Gory Scorch Cretins
Sprints - Letter To SelfSprints
Letter To Self
meth. - Shamemeth.
Shame
Hauntologist - HollowHauntologist
Hollow
Eye Flys - Eye FlyesEye Flys
Eye Flyes
Slift - IlionSlift
Ilion
Flooding - Silhoutte MachineFlooding
Silhoutte Machine
Remote Viewing - Modern AddictionsRemote Viewing
Modern Addictions
High Priest - InvocationHigh Priest
Invocation
Briqueville - IIIIBriqueville
IIII

Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I
Autore: Bell Witch
Titolo: & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I
Etichetta: Profound Lore
Anno: 2020
Produzione: Randall Dunn
Genere: metal / doom / folk

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:




Ci sono band che fanno dell'immobilità il loro punto di forza e altre che spostano costantemente l'asticella del proprio sound in cerca di nuove strade. Inutile dire che trovo decisamente più stimolanti le seconde.

Bell Witch, duo basso e batteria (funeral) doom di Seattle, ha pubblicato tre dischi uno più bello dell'altro: "Longing", "Four Phantoms" e "Mirror Reaper", opere imprescindibili per gli amanti del genere e non solo. Quando si pensava potessero essere arrivati all'apice della loro formula se ne escono con questo "Stygian Bough Volume I" in compagnia di Aerial Ruin, cantante di culto che era già stato loro ospite in passato.

La collaborazione non poteva essere più efficace: i due stili si sposano alla perfezione, creando brani che sono il perfetto punto di incontro fra gli artisti coinvolti. Il risultato è da brividi: la vena folk si sposa perfettamente con l'incedere doom monolitico, uno dei più potenti attualmente in circolazione. L'innesto della chitarra e della voce dona completezza ad una formula che sembrava perfetta, sebbene lontana dall'esaurire la sua vena d'oro.

Un disco molto lungo, i cui bordoni partono circa dopo 30 minuti, ma la pazienza sarà premiata. Produce sua maestà Randall Dunn.

Inutile dire che è uno dei dischi dell'anno.

[Dale P.]

Canzoni significative: Heaven Torn Low II (the toll), The Unbodied Air.

Questa recensione é stata letta 517 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Bell Witch - FutureBell Witch
Future's Shadow Part 1

Live Reports

27/10/2022MilanoLegend

tAXI dRIVER consiglia

Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Sleep - JerusalemSleep
Jerusalem
Salome - TerminalSalome
Terminal
Hooded Menace - The Tritonus BellHooded Menace
The Tritonus Bell
The DevilThe Devil's Blood
The Thousandfold Epicentre
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Devil - Time To RepentDevil
Time To Repent
MSW - ObliviosusMSW
Obliviosus
Bloody Panda - SummonBloody Panda
Summon
Konvent - Puritan MasochismKonvent
Puritan Masochism