Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

My War - Black Flag (SST)

Ultime recensioni

Couch Slut - Take A Chance On Rock Couch Slut
Take A Chance On Rock 'n' Roll
Kall - BrandKall
Brand
Boris - NOBoris
NO
Phoebe Bridgers - PunisherPhoebe Bridgers
Punisher
Ils - CurseIls
Curse
Motorpsycho - The All Is OneMotorpsycho
The All Is One
Bully - SugareggBully
Sugaregg
Lina Rodrigues Refree - Lina_Raül RefreeLina Rodrigues Refree
Lina_Raül Refree
King Krule - Man Alive!King Krule
Man Alive!
Thou - A Primer of Holy WordsThou
A Primer of Holy Words
Household God - Palace IntrigueHousehold God
Palace Intrigue
A.A. Williams - Forever BlueA.A. Williams
Forever Blue
Billy Nomates - Billy NomatesBilly Nomates
Billy Nomates
Fontaines D.C. - A HeroFontaines D.C.
A Hero's Death
Zombi - 2020Zombi
2020
Protomartyr - Ultimate Success TodayProtomartyr
Ultimate Success Today
The Beths - Jump Rope GazersThe Beths
Jump Rope Gazers
Hum - InletHum
Inlet
Jesu - Never EPJesu
Never EP
Bell Witch - & Aerial Ruin - Stygian Bough Volume IBell Witch
& Aerial Ruin - Stygian Bough Volume I

Black Flag - My War
Voto:
Etichetta: SST
Anno: 1983
Produzione:
Genere: punk / hardcore /
Scheda autore: Black Flag


Compra Black Flag su Taxi Driver Store


Universalmente il miglior disco dei Black Flag è considerato Damaged, il quale, assieme a Minor Threat, ha gettato le basi dell'hardcore americano. My War, il passo di poco successivo, è una vera sfida: rallentarne i ritmi mantenendo la potenza. Come stavano sperimentando i Flipper con l'album "Generic Flipper". Immaginatevi questo scenario da prima metà degli anni 80: gruppi come quelli che ho appena citato aggiunti a realtà come Scratch Acid, Buttholes Surfers e Husker Du. Immaginatevi piccoli Kurt Cobain e Josh Homme che ascoltano e imparano. Da un disco come "My War" è nato il suono grunge e quello che dopo molti anni sarebbe diventato lo stoner. Quindi sarà vero che "Damaged" è più bello ma "My War" è più importante. L'urlo primordiale di canzoni come la title-track, i rallentamenti di "Beat My Head Against The Wall", gli assoli convulsi presenti in tutto il disco. E quelle fantastiche scale dall'altro mondo delle chitarre di Greg Ginn? Che, tra l'altro, suona pure il basso sotto lo pseudonimo di Dale Nixon. E la copertina di Raymond Pettibon, che nel corso di alcuni anni diventerà un nome parecchio importante nel mondo musicale e non. Tutto è perfetto. SST 1983. Un secolo fa. Ma, musicalmente, ancora freschissimo.

[Dale P.]

Canzoni significative: My War, Beat My Head Against The Wall.

Questa recensione é stata letta 5072 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Black Flag - DamagedBlack Flag
Damaged
Black Flag - The Process Of Weeding OutBlack Flag
The Process Of Weeding Out

tAXI dRIVER consiglia

Dwarves - Blood Guts & PussyDwarves
Blood Guts & Pussy
 Costruzione 02
Demo 2003
Minor Threat - Minor ThreatMinor Threat
Minor Threat
Black Flag - The Process Of Weeding OutBlack Flag
The Process Of Weeding Out
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Minor Threat - At DC Space [DVD]Minor Threat
At DC Space [DVD]
Teen Idles - Teen Idles EPTeen Idles
Teen Idles EP
Black Flag - DamagedBlack Flag
Damaged
 AA.VV.
Time To Move
Rollins Band - Audio Airstrike ConsultanRollins Band
Audio Airstrike Consultan