Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

The Eldritch Dark - Blood Ceremony (Rise Above)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Blood Ceremony - The Eldritch Dark
Voto:
Produzione:
OriginalitÓ:
Tecnica:

Etichetta: Rise Above
Anno: 2013
Produzione: Ian Blurton
Genere: metal / doom / progressive
Scheda autore: Blood Ceremony



Al terzo disco i canadesi Blood Ceremony non cambiano le coordinate sonore ma acquistano consapevolezza dei propri mezzi. Il risultato e' un disco totalmente devoto al progressive anni 70 condito di flauti e tastiere ma costruito con bene in mente la forma canzone. Non troviamo riff arditi e dispari, anzi, il contrario. La chitarra macina riff hard e assoli potenti e la sezione ritmica segue con grande incisivita' senza perdersi in appesantimenti inutili. Ovviamente a farla da padrone e' la bella ed evocativa voce di Alia O'Brien, che si occupa anche di flauto e organetti.

Vengono in mente i nostrani Osanna, di cui la band e' palesemente fan. E proprio da loro mutuano la formula fatta di riff potenti, vaghe incursioni psichedeliche e un ritmo sempre serrato.

Il disco scorre ottimamente per tutta la durata, ma soprattutto la prima facciata regala canzoni che sara' un piacere ascoltare dal vivo. Alla fine la band tenta un approccio piu' complesso in The Magician ma si puo' dire che convince solo a meta'.

Un terzo disco non particolarmente difficile per la band in lenta ascesa e che si muove in un territorio che difficilmente attirera' orde di fan. Ce li teniamo stretti e godiamo.

[Dale P.]

Canzoni significative: Witchwood, Goodbye Gemini, Ballad of the Weird Sister.

Questa recensione Ú stata letta 2471 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Blood Ceremony - Living With The AncientsBlood Ceremony
Living With The Ancients

Live Reports

14/04/2011TilburgRoadburn Festival 2011 Day 1

NEWS


25/02/2011 In Arrivo Living With The Ancients
14/02/2011 Annullato il Tour Europeo con i Ghost
26/01/2011 Dettagli Sul Nuovo Album
21/10/2010 In Studio
18/09/2010 Ad Aprile In Italia

tAXI dRIVER consiglia

Devil - Time To RepentDevil
Time To Repent
Ramesses - Take The CurseRamesses
Take The Curse
Sleep - JerusalemSleep
Jerusalem
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Esoteric - Paragon Of DissonanceEsoteric
Paragon Of Dissonance
Middian - Age EternalMiddian
Age Eternal
Domkraft - Slow FidelityDomkraft
Slow Fidelity
Unearthly Trance - ElectrocutionUnearthly Trance
Electrocution
Jex Thoth - Jex ThothJex Thoth
Jex Thoth
Konvent - Puritan MasochismKonvent
Puritan Masochism