Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Amerijuanican - Bongzilla (Relapse)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Bongzilla - Amerijuanican
Voto:
Etichetta: Relapse
Anno: 2005
Produzione:
Genere: metal / sludge / doom
Scheda autore: Bongzilla

MP3: Amerijuanican


Siete maggiorenni? (se no saltate alla riga successiva...) Alla domanda "scusa, fumi?" siete soliti rispondere "solo se lo trovo"? Amate i Black Sabbath e tutta la corrente che (non solo) ad essi si ispira? Insomma, vi sentite stoner? Se vi state chiedendo il perchè del vostro incontrollabile annuire sonnambulistico... allora è un disco per voi!

Perchè i Bongzilla sono dei principi stoner. E ci tengono a essere riconosciuti. Il nome (band e disco) dice già parecchio sulla loro missione: incontrarsi nel loro verde paradiso artificiale e accorgersi che è lo stesso luogo dove producono musica! Stavolta hanno partorito un blues che ringhia piuttosto compatto, rimbalzando nei timpani come un boomerang: perchè torna sempre da dove è partito! Ebbene si, sono ridondanti. Quindi per chi ama il genere (musical - comportamentale): è il tipico disco in più: quello che ascolteresti solo se ti venisse regalato; perchè non dice nulla di nuovo.

Bisogna ammettere che sono coerenti. A un certo punto si sente chiaramente qualcuno tossire, come se avesse appena acceso una sigaretta. Ma ad esso segue un rumorino di acqua che ribolle... Qualcosa non torna. Allora non è una cartina! Sono i Bongzilla che perpetuano il rito in onore del loro marchio! Domanda: fa parte della loro immagine o hanno sperperato il budget per la registrazione nell'ennesimo peregrinaggio ad Amsterdam? Perchè sennò avrebbero pagato il fonico per eliminare quei rumori compromettenti. Ma è meglio così, perchè questo realismo da sovraincisione (chissà) ti permette di immergerti nella loro atmosfera. Taxi-driver ama le forti personalità come la loro; e pare che i Bongzilla facciano di tutto per difenderla oltre che per evidenziarla. Ma non escludo che esibiscano la loro viziosità anche per celare la scarsezza di idee.

[Shizu]

Questa recensione é stata letta 3596 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Time To Burn - Starting PointTime To Burn
Starting Point
Eye Flys - ContextEye Flys
Context
Facedowninshit - Nothing Positive Only NegativeFacedowninshit
Nothing Positive Only Negative
Down - III - Over The UnderDown
III - Over The Under
Floor - DoveFloor
Dove
Kylesa - Static TensionKylesa
Static Tension
Kylesa - To Walk A Middle CourseKylesa
To Walk A Middle Course
AA.VV. - Neurot Recordings IAA.VV.
Neurot Recordings I
Firebreather - Under A Blood MoonFirebreather
Under A Blood Moon
Keelhaul - Triumphant Return To ObscurityKeelhaul
Triumphant Return To Obscurity