Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal [ punk ] indie experimental pop elettronica

Candy - Heaven Is Here (Relapse)

Ultime recensioni

Menace Ruine - NekyiaMenace Ruine
Nekyia
Aeviterne - The Ailing FacadeAeviterne
The Ailing Facade
Elder - Innate PassageElder
Innate Passage
Abhorrent Expanse - Gateways to ResplendenceAbhorrent Expanse
Gateways to Resplendence
Scarcity - AveilutScarcity
Aveilut
Dry Cleaning - StumpworkDry Cleaning
Stumpwork
Mamaleek - Diner CoffeeMamaleek
Diner Coffee
The Lord - & Petra Haden - DevotionalThe Lord
& Petra Haden - Devotional
The Pretty Reckless - Other WorldsThe Pretty Reckless
Other Worlds
Brutus - Unison LifeBrutus
Unison Life
Darkthrone - Astral FortressDarkthrone
Astral Fortress
Oxbow - Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not TodayOxbow
Peter Brotzmann - An Eternal Reminder of Not Today
Gilla Band - Most NormalGilla Band
Most Normal
Red Rot - Mal De VivreRed Rot
Mal De Vivre
Colour Haze - SacredColour Haze
Sacred
Sonic Flower - Me And My Bellbottom BluesSonic Flower
Me And My Bellbottom Blues
The Bobby Lees - BellevueThe Bobby Lees
Bellevue
Off! - Free LSDOff!
Free LSD
Melvins - Bad Moon RisingMelvins
Bad Moon Rising
Ken Mode - NullKen Mode
Null

Candy - Heaven Is Here
Titolo: Heaven Is Here
Etichetta: Relapse
Anno: 2022
Produzione: Arthur Rizk
Genere: punk / post-hardcore / experimental

Voto:
Produzione:
Originalità:
Tecnica:



Ascolta Heaven Is Here





Quanto vi manca la cara vecchia Relapse che sfornava a piè sospinto dischi di grindcore sperimentali, sludge putrescente, death metal di alto livello? Sembra passato un secolo da quando l'etichetta di Philadelphia non sbagliava un'uscita e dettava lo standard di quello che avremmo ascoltato nei successivi 20 anni. Con "Heaven Is Here" sembra di tornare a quei gloriosi fasti. Il secondo disco dei Candy sembra uscito nel 2002 e sebbene possa sembrare un insulto è uno dei complimenti più grandi che si possa fare ad un lavoro di questo tipo. C'è il grindcore mescolato con lo sludge, il post-hardcore sbilenco, l'industrial violento, il noise spaccatimpani, come solo band come i Full Of Hell (non a caso anche loro su Relapse), Uniform, The Body, Gulch hanno cercato di riproporre in modo soddisfacente.

A garantire suoni massicci troviamo al banco di regia Arthur Rizk già al lavoro in Nightmare Logic dei Power Trip e Satan Spits on Children of Light dei Devil Master, garanzia di qualità nel mantenere un discreto caos senza perdere in qualità di ascolto.

Se amate le produzioni heavy underground sperimentali che devono tanto sia ai Big Black che ai Brutal Truth questo lavoro dei Candy è un assoluto must have: devastante e sorprendente come solo i migliori dischi sono in grado di essere.

[Dale P.]

Canzoni significative: Human Condition Above Human Opinion, Hysteric Bliss.

Questa recensione é stata letta 342 volte!
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Blood Brothers - Burn Piano Island BurnBlood Brothers
Burn Piano Island Burn
Quicksand - Distant PopulationsQuicksand
Distant Populations
Converge - You Fail MeConverge
You Fail Me
Shift - SpacesuitShift
Spacesuit
Lack Of Love - The Hunter Is Still WhistlingLack Of Love
The Hunter Is Still Whistling
Locust - Plague SoundscapesLocust
Plague Soundscapes
Dillinger Escape Plan - Ire WorksDillinger Escape Plan
Ire Works
Soul Glo - The Nigga Is MeSoul Glo
The Nigga Is Me
Comity - As Everything Is A TragedyComity
As Everything Is A Tragedy
Death Of Anna Karina - New Liberalistic PleasuresDeath Of Anna Karina
New Liberalistic Pleasures