Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

The Greatest - Cat Power (Matador)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Cat Power - The Greatest
Voto:
Etichetta: Matador
Anno: 2006
Produzione:
Genere: indie / pop /
Scheda autore: Cat Power

MP3: The Greatest


Con il suo viso da fidanzata ideale, le sue turbe che la rendono innavicinabile e la sua fragilità espressa in bozzetti sonori ha conquistato il mondo indie. Passati più di dieci anni dagli esordi la bella Chan Marshall prova a dare una brusca sterzata al proprio suono caratteristico. Già in "You Are Free" si respirava aria di cambiamento. La produzione di Adam Kasper e la presenza di ospiti mainstream come Dave Ghrol e Eddie Vedder non intaccarono lo struggente pop-lofi della cantautrice. Molto meno sbilenca ma rimase sempre e comunque Cat Power.

In questo "The Greatest" capita però molto spesso di non riconoscere la "nostra" Chan. Ma andiamo per gradi. Cerchiamo di capire cosa vuol dire "cambiare" per un artista come lei.

La rivoluzione inizia chiudendosi in uno studio di Memphis (i noti Ardent Studios) e circondarsi da valenti musicisti R&B come Mabon Teenie, Lenny Flick Hodges e Steve Potts. Addio imprecisioni, suoni alieni e strutture sbilenche. Il risultato è un disco alla Dusty Springfield. Soul.

Non critichiamo però la volontà di cambiare (o semplicemente omaggiare) ma limitiamoci al risultato finale. Molto deludente in ogni suo punto. Canzoni noiose e "standard". Prevedibile dalla prima all'ultima nota. Non una sorpresa, non un guizzo, nessun momento da antologia. Per di più, in tutta questa mediocrità non si salvano certo le canzoni, piuttosto noiose.

Per i fan più hardcore basterà la voce di Chan per mettere a tacere il sottoscritto ma quando si toglieranno i paraocchi si renderanno conto di aver davanti ad un dischetto piuttosto inutile, benchè ben suonato e prodotto.

Cosa ne penserà la comunità indie? Certamente di avere tra le mani un disco destinato a prendere polvere.

[Dale P.]

Canzoni significative: The Greatest, Could We.

Questa recensione é stata letta 3176 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Ardecore - ArdecoreArdecore
Ardecore
Saeta - We Are Waiting All For HopeSaeta
We Are Waiting All For Hope
Wilco - Yankee Hotel FoxtrotWilco
Yankee Hotel Foxtrot
Scarapocchio - Attenti, Sono Felice!Scarapocchio
Attenti, Sono Felice!
Moltheni - Splendore TerroreMoltheni
Splendore Terrore
Devendra Banhart - Rejoicing In The HandsDevendra Banhart
Rejoicing In The Hands
Enon - High SocietyEnon
High Society
Xiu Xiu - La ForetXiu Xiu
La Foret
Breakfast - Ordinary HeroesBreakfast
Ordinary Heroes
Breakfast - Carry On EPBreakfast
Carry On EP