´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

Cat Power - The Greatest (Matador)

Ultime recensioni

Henrik Palm - Nerd IconHenrik Palm
Nerd Icon
Pallbearer - Mind Burns AlivePallbearer
Mind Burns Alive
Castle Rat - Into The RealmCastle Rat
Into The Realm
Uncle Acid And The Deadbeats - NellUncle Acid And The Deadbeats
Nell'Ora Blu
Harvestman - Triptych Part OneHarvestman
Triptych Part One
Big Brave - A Chaos Of FlowersBig Brave
A Chaos Of Flowers
English Teacher - This Could Be TexasEnglish Teacher
This Could Be Texas
Iron Monkey - Spleen & GoadIron Monkey
Spleen & Goad
Maruja - ConnlaMaruja
Connla's Well
Bongripper - EmptyBongripper
Empty
Melvins - Tarantula HeartMelvins
Tarantula Heart
Inter Arma - New HeavenInter Arma
New Heaven
Whores - WarWhores
War
Couch Slut - You Could Do It TonightCouch Slut
You Could Do It Tonight
Kim Gordon - The CollectiveKim Gordon
The Collective
High On Fire - Cometh The StormHigh On Fire
Cometh The Storm
Cell Press - CagesCell Press
Cages
Pissed Jeans - Half DivorcedPissed Jeans
Half Divorced
Moor Mother - The Great BailoutMoor Mother
The Great Bailout
The Messthetics - And James Brandon LewisThe Messthetics
And James Brandon Lewis

Cat Power - The Greatest
Autore: Cat Power
Titolo: The Greatest
Etichetta: Matador
Anno: 2006
Produzione:
Genere: indie / pop /

Voto:

MP3: The Greatest


Con il suo viso da fidanzata ideale, le sue turbe che la rendono innavicinabile e la sua fragilitÓ espressa in bozzetti sonori ha conquistato il mondo indie. Passati pi¨ di dieci anni dagli esordi la bella Chan Marshall prova a dare una brusca sterzata al proprio suono caratteristico. GiÓ in "You Are Free" si respirava aria di cambiamento. La produzione di Adam Kasper e la presenza di ospiti mainstream come Dave Ghrol e Eddie Vedder non intaccarono lo struggente pop-lofi della cantautrice. Molto meno sbilenca ma rimase sempre e comunque Cat Power.

In questo "The Greatest" capita per˛ molto spesso di non riconoscere la "nostra" Chan. Ma andiamo per gradi. Cerchiamo di capire cosa vuol dire "cambiare" per un artista come lei.

La rivoluzione inizia chiudendosi in uno studio di Memphis (i noti Ardent Studios) e circondarsi da valenti musicisti R&B come Mabon Teenie, Lenny Flick Hodges e Steve Potts. Addio imprecisioni, suoni alieni e strutture sbilenche. Il risultato Ŕ un disco alla Dusty Springfield. Soul.

Non critichiamo per˛ la volontÓ di cambiare (o semplicemente omaggiare) ma limitiamoci al risultato finale. Molto deludente in ogni suo punto. Canzoni noiose e "standard". Prevedibile dalla prima all'ultima nota. Non una sorpresa, non un guizzo, nessun momento da antologia. Per di pi¨, in tutta questa mediocritÓ non si salvano certo le canzoni, piuttosto noiose.

Per i fan pi¨ hardcore basterÓ la voce di Chan per mettere a tacere il sottoscritto ma quando si toglieranno i paraocchi si renderanno conto di aver davanti ad un dischetto piuttosto inutile, benchŔ ben suonato e prodotto.

Cosa ne penserÓ la comunitÓ indie? Certamente di avere tra le mani un disco destinato a prendere polvere.

[Dale P.]

Canzoni significative: The Greatest, Could We.

Questa recensione Ú stata letta 3458 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Cat Power - CoversCat Power
Covers

NEWS


20/04/2022 Video Diretto da Jim Jarmusch

tAXI dRIVER consiglia

Breakfast - BreakfastBreakfast
Breakfast
Elliott Smith - Figure 8Elliott Smith
Figure 8
Moldy Peaches, The - The Moldy PeachesMoldy Peaches, The
The Moldy Peaches
Odawas - The Aether EaterOdawas
The Aether Eater
Prague - / My Dear Killer - Split EPPrague
/ My Dear Killer - Split EP
Songs Ohia - Ghost TropicSongs Ohia
Ghost Tropic
Ardecore - ArdecoreArdecore
Ardecore
Vincent Gallo - WhenVincent Gallo
When
Moltheni - Splendore TerroreMoltheni
Splendore Terrore
Beck - Sea ChangeBeck
Sea Change