´╗┐

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk [ indie ] experimental pop elettronica

The Greatest - Cat Power (Matador)

Ultime recensioni

Mantar - Grungetown Hooligans IIMantar
Grungetown Hooligans II
Fiona Apple - Fetch The Bolt CuttersFiona Apple
Fetch The Bolt Cutters
Thou - Blessings Of The Highest OrderThou
Blessings Of The Highest Order
Wrekmeister Harmonies - We Love To Look At The CarnageWrekmeister Harmonies
We Love To Look At The Carnage
Tricot - ???Tricot
???
Bada - BadaBada
Bada
Kidbug - KidbugKidbug
Kidbug
Louise Lemon - DevilLouise Lemon
Devil
Mrs Piss - Self-SurgeryMrs Piss
Self-Surgery
Vega Lee & John Nova - iSpace DramasVega Lee & John Nova
iSpace Dramas
Myrkur - FolkesangeMyrkur
Folkesange
BlackLab - AbyssBlackLab
Abyss
Witchcraft - Black MetalWitchcraft
Black Metal
Brant Bjork - Brant BjorkBrant Bjork
Brant Bjork
1000mods - Youth Of Dissent1000mods
Youth Of Dissent
Jazz Sabbath - Jazz SabbathJazz Sabbath
Jazz Sabbath
Oranssi Pazuzu - Mestarin KynsiOranssi Pazuzu
Mestarin Kynsi
Elder - OmensElder
Omens
Shaam Larein - SculptureShaam Larein
Sculpture
Shabaka And The Ancestors - We Are Sent Here By HistoryShabaka And The Ancestors
We Are Sent Here By History

Cat Power - The Greatest
Voto:
Etichetta: Matador
Anno: 2006
Produzione:
Genere: indie / pop /
Scheda autore: Cat Power

MP3: The Greatest


Con il suo viso da fidanzata ideale, le sue turbe che la rendono innavicinabile e la sua fragilitÓ espressa in bozzetti sonori ha conquistato il mondo indie. Passati pi¨ di dieci anni dagli esordi la bella Chan Marshall prova a dare una brusca sterzata al proprio suono caratteristico. GiÓ in "You Are Free" si respirava aria di cambiamento. La produzione di Adam Kasper e la presenza di ospiti mainstream come Dave Ghrol e Eddie Vedder non intaccarono lo struggente pop-lofi della cantautrice. Molto meno sbilenca ma rimase sempre e comunque Cat Power.

In questo "The Greatest" capita per˛ molto spesso di non riconoscere la "nostra" Chan. Ma andiamo per gradi. Cerchiamo di capire cosa vuol dire "cambiare" per un artista come lei.

La rivoluzione inizia chiudendosi in uno studio di Memphis (i noti Ardent Studios) e circondarsi da valenti musicisti R&B come Mabon Teenie, Lenny Flick Hodges e Steve Potts. Addio imprecisioni, suoni alieni e strutture sbilenche. Il risultato Ŕ un disco alla Dusty Springfield. Soul.

Non critichiamo per˛ la volontÓ di cambiare (o semplicemente omaggiare) ma limitiamoci al risultato finale. Molto deludente in ogni suo punto. Canzoni noiose e "standard". Prevedibile dalla prima all'ultima nota. Non una sorpresa, non un guizzo, nessun momento da antologia. Per di pi¨, in tutta questa mediocritÓ non si salvano certo le canzoni, piuttosto noiose.

Per i fan pi¨ hardcore basterÓ la voce di Chan per mettere a tacere il sottoscritto ma quando si toglieranno i paraocchi si renderanno conto di aver davanti ad un dischetto piuttosto inutile, benchŔ ben suonato e prodotto.

Cosa ne penserÓ la comunitÓ indie? Certamente di avere tra le mani un disco destinato a prendere polvere.

[Dale P.]

Canzoni significative: The Greatest, Could We.

Questa recensione Ú stata letta 3196 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Wilco - Yankee Hotel FoxtrotWilco
Yankee Hotel Foxtrot
Ken Stringfellow - TouchedKen Stringfellow
Touched
Beck - Sea ChangeBeck
Sea Change
Perturbazione - In CircoloPerturbazione
In Circolo
Angel Olsen - All MirrorsAngel Olsen
All Mirrors
Enon - High SocietyEnon
High Society
Vincent Gallo - WhenVincent Gallo
When
Tbh - Emanuele Dopo EPTbh
Emanuele Dopo EP
Maisie - Bacharach For President...Maisie
Bacharach For President...
Egokid - The Egotrip Of The EgokidEgokid
The Egotrip Of The Egokid