ïŧŋ

Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio Festival
  rock metal punk indie experimental [ pop ] elettronica

Carry On - Chris Cornell (Interscope)

Ultime recensioni

Human Impact - Human ImpactHuman Impact
Human Impact
Pearl Jam - GigatonPearl Jam
Gigaton
Stone Temple Pilots - PerdidaStone Temple Pilots
Perdida
Burzum - Thulean MysteriesBurzum
Thulean Mysteries
Slift - UmmonSlift
Ummon
Major Kong - Off the ScaleMajor Kong
Off the Scale
Body Count - CarnivoreBody Count
Carnivore
Sightless Pit - Grave Of A DogSightless Pit
Grave Of A Dog
Intronaut - Fluid Existential InversionsIntronaut
Fluid Existential Inversions
Mondo Generator - Fuck ItMondo Generator
Fuck It
Insect Ark - The VanishingInsect Ark
The Vanishing
Neil Young - ColoradoNeil Young
Colorado
Shitkid - Duo LimboShitkid
Duo Limbo
Lowrider - RefractionsLowrider
Refractions
Ovo - MiasmaOvo
Miasma
Greg Dulli - Random DesireGreg Dulli
Random Desire
Frayle - 1692Frayle
1692
Godthrymm - ReflectionsGodthrymm
Reflections
Kvelertak - SplidKvelertak
Splid
Envy - The Fallen CrimsonEnvy
The Fallen Crimson

Chris Cornell - Carry On
Voto:
Etichetta: Interscope
Anno: 2007
Produzione:
Genere: pop / rock / alternative



Dispiace, o sė se dispiace, vedere Chris Cornell ridotto in questo stato. Stupisce che nessuno dei suoi amici sia andato da lui a dirgli "senti, questo disco č una merda. vuoi fare musica soul? Questo mi sembra stupidissimo pop anni 80. In confronto i dischi di Mariah Carey sono dei capolavori. Ma poi cosa hai da belare in quel modo? La voce che fine ha fatto? E dove sono i riff strafighi che scrivevi? Spoonman dov'č? Jesus Christ Pose te la ricordi?"

Cornell č un cantante, e come tutti loro prima o poi vengono attratti dal bel canto, dalla forma canzone, dagli arrangiamenti che possano mettere in risalto la voce. "Carry On" testimonia che per l'ex Soundgarden questo momento č arrivato.

Il disco, infatti, č una sequenza di canzoni sospese tra pop e soul, purtroppo senza ispirazione nč un motivo per cui questi brani dovessero uscire su disco.

Pių o meno del valore di un Bon Jovi spompo, ma insopportabile pure per i cinquantenni a cui dovrebbe orientarsi questo disco.

L'esordio solista di qualche anno fa, che metteva fine ai Soundgarden come ora avviene per gli Audioslave, pur essendo imperfetto manteneva ancora integro lo spessore artistico dell'autore attualmente perso in qualche discarica di Los Angeles.

Non č un problema di commercialitā o meno, č proprio un disco fatto male, insopportabile all'ascolto per via di arrangiamenti di dubbio gusto e di una voce che non č pių quella di un tempo. Non c'č modo di riconoscere la migliore ugola degli anni 90, se non nel nome.

Evidentemente č un omonimo..

[Dale P.]

Canzoni significative: You Know My Name, No Such Thing.


Questa recensione é stata letta 4625 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:


Altre Recensioni

Chris Cornell - ScreamChris Cornell
Scream

NEWS


24/02/2012 Tre Date In Italia In Acustico
25/10/2011 Dettagli Sull'Album Acustico
16/07/2010 Nel Nuovo Disco Di Santana
21/07/2006 Curerā La Colonna Sonora di 007

tAXI dRIVER consiglia

Neil Finn - & Friends - 7 Worlds CollideNeil Finn
& Friends - 7 Worlds Collide
Sharon Van Etten - Remind Me TomorrowSharon Van Etten
Remind Me Tomorrow
R.E.M. - RevealR.E.M.
Reveal
Ben Harper - Live From MarsBen Harper
Live From Mars
Beatles, The - LoveBeatles, The
Love
Lara Martelli - Orchidea PorporaLara Martelli
Orchidea Porpora
Rustin Man - Drift CodeRustin Man
Drift Code
Grand Transmitter - Under The Wheel EPGrand Transmitter
Under The Wheel EP
Ben Harper - Diamonds On The InsideBen Harper
Diamonds On The Inside
Paolo Benvegnų - Piccoli Fragilissimi FilmPaolo Benvegnų
Piccoli Fragilissimi Film