Home [ Recensioni ] News Speciali Live Reports Etichetta Negozio Radio
  rock [ metal ] punk indie experimental pop elettronica

Coprofago - Unorthodox Creative Criteria (Sekhmet)

Ultime recensioni

Boris - Heavy Rocks 2022Boris
Heavy Rocks 2022
Body Void - Burn The Homes Of Those Who Seek To ControlBody Void
Burn The Homes Of Those Who Seek To Control
Ashenspire - Hostile ArchitectureAshenspire
Hostile Architecture
Mantar - Pain Is Forever and This Is the EndMantar
Pain Is Forever and This Is the End
Chat Pile - GodChat Pile
God's Country
Imperial Triumphant - Spirit Of EcstasyImperial Triumphant
Spirit Of Ecstasy
Nebula - Transmission From Mothership EarthNebula
Transmission From Mothership Earth
Viagra Boys - Cave WorldViagra Boys
Cave World
Wormrot - HissWormrot
Hiss
London Odense Ensemble - Jaiyede Sessions Vol. 1London Odense Ensemble
Jaiyede Sessions Vol. 1
Greg Puciato - MirrorcellGreg Puciato
Mirrorcell
Devil Master - Ecstasies of Never Ending NightDevil Master
Ecstasies of Never Ending Night
Sasquatch - Fever FantasySasquatch
Fever Fantasy
Candy - Heaven Is HereCandy
Heaven Is Here
Nova Twins - SupernovaNova Twins
Supernova
Sinead OSinead O'Brien
Time Bend and Break The Bower
White Ward - False LightWhite Ward
False Light
Terzij de Horde - In One Of These, I Am Your EnemyTerzij de Horde
In One Of These, I Am Your Enemy
Besvärjelsen - AtlasBesvärjelsen
Atlas
The Smile - A Light For Attracting AttentionThe Smile
A Light For Attracting Attention

Coprofago - Unorthodox Creative Criteria
Autore: Coprofago
Titolo: Unorthodox Creative Criteria
Anno: 2005
Produzione:
Genere: metal / progressive / death

Voto:



Vengono dal Cile e hanno già attirato l'attenzione del mondo musicale con "Genesis" primo esordio nel mondo discografico ufficiale. I Coprofago (nome orrendo per una band di questo genere) suonano un death-metal-tecnico sulla scia di Meshuggah e Cynic.

Al primo ascolto vi sembrerà di ascoltare la band di "Destroy Erase Improve", stessa voce, stessi assoli e stesse atmosfere. Prestando maggiore attenzione risulta però chiaro che la band si muove in un'ambientazione diversa rispetto agli svedesi. Il loro sound è molto più sognante e meno inquietante, sono frequentissime le aperture jazzy (tipo Cynic, Atheist, Pestilence) e curano maggiormente la "forma canzone" rispetto agli ultimi Meshuggah. Il lavoro degli strumentisti li avvicina poi ad una band prog-fusion (ascoltate le linee di basso e gli assoli di chitarra) più che ad una macchina nichilista di morte per autocombustione.

Dispiace solo che la personalità della band non renda maggiormente incisive le splendide idee qui contenute. E' l'unica pecca di un album stupefacente per bellezza e gusto come da anni non ne uscivano.

[Dale P.]

Canzoni significative: Streams, Crippled Tracker, Neutralized.

Questa recensione é stata letta 5263 volte!
Voto utenti:
Vota Questo Disco:



tAXI dRIVER consiglia

Pupil Slicer - MirrorsPupil Slicer
Mirrors
Dvne - Etemen ÆnkaDvne
Etemen Ænka
Cynic - FocusCynic
Focus
Dreadnought - EmergenceDreadnought
Emergence
Test Switch Isolator - LetTest Switch Isolator
Let's Dance
Yakuza - Of Seismic ConsequenceYakuza
Of Seismic Consequence
Meshuggah - Catch 33Meshuggah
Catch 33
Meshuggah - Contraddiction CollapseMeshuggah
Contraddiction Collapse
Meshuggah - None EPMeshuggah
None EP
Ephel Duath - The Painters PaletteEphel Duath
The Painters Palette